Thursday, Nov. 27, 2014

Strategia

Scritto da:

|

il 17 ott 2012

|

con 56 Like

Quando limpare a un tavolo Cash Game?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Quando limpare a un tavolo Cash Game?

Area

Vuoi approfondire?

Oggi vi parleremo di un argomento che fa schierare i giocatori su due correnti di pensiero diverse. Più semplice trovarlo nel passato, ai tempi d’oro di Doyle Brunson (recentemente minacciato da un folle), di Erik Seidel e di Johnny Chan; più difficile ora, nell’era dell’aggressività dei grinders online come Randy “Nanonoko” Lew (con il suo record mondiale).

Stiamo parlando dell’Openlimp. Analizzeremo i vari aspetti tecnici attraverso un articolo tratto da 2+2 (noto forum americano), scritto dall’utente RichC.

Per iniziare, chiariamo due cose: Openlimpare, vuol dire entrare in un piatto facendo semplicemente call. Quando overlimpiamo, invece, entriamo in un piatto dove già qualcuno, precedentemente a noi, ha limpato.

Possiamo limpare dietro qualcuno SOLO quando sappiamo che, hittando un buon punto, avremo buone possibilità di levare l’intero stack al nostro avversario.

Analizziamo l’openlimp:
sicuramente, questo, è uno dei più grossi leak dei giocatori alle prime armi. Openlimpando, stiamo letteralmente sprecando le nostre chips. Cosa voglio dire con questo? Vi farò un esempio di una mano giocata in un tavolo live NL200 qualche tempo fa. Ecco l’azione:

Hero è in posizione MP1 con uno stack pari a €150.
All fold prima di me, e io ho A A. Limpo per 2€.
Il mio amico, nella posizione subito dopo (MP2), rilancia fino a 10€.
BTN chiama.
Io, rilancio ancora fino a 30€. MP2 pensa fino all’ultimo e chiama; ho giocato faceup e lui ha capito bene cosa ho in mano.
BTN folda.

Il Flop è:  A A J , Turn:  x , River:  x .

Impressionante! Ho floppato quads (poker). Procedo checkando fino al river dove, finalmente, punto 20€ e lui chiama dicendomi: “Fammi vedere i tuoi assi”.

Così, in questa mano, se avessi fatto un rilancio standard (circa 8€ in questo caso), sarebbe stato più che probabile andare all-in preflop. Il mio amico aveva KK e, quindi, ho perso un sacco di valore che avrei potuto continuare ad estrarre. Limpare questa mano, mi è costato ben 100€. E questo è solo uno dei tanti esempi.

Torniamo indietro al punto iniziale.

Openlimpare, vi costerà molto denaro nel lungo periodo. Questo, è un concetto abbastanza difficile da capire per la maggior parte dei giocatori. Aldilà delle Monster Hand, esistono una grande quantità di combinazioni di carte che si prestano ad essere raisate preflop. Molti, per esempio, quando si trovano in mano dei suited connectors (spesso indicati con SC), decidono di vedersi il flop ad un prezzo contenuto; quindi, piuttosto che fare un raise, decidono di openlimpare.

La speranza, probabilmente, è quella di ricevere un grosso aiuto dal flop (prime 3 carte comuni) centrando un punto forte o un monster draw (ad es. scala bilaterale in aggiunta a un flush draw). Secondo me, questo è un cattivo business e vi spiego il perché. Rilanciando, prendereste immediatamente il controllo della mano fino a quando qualcuno non farebbe un’altra azione (fold, call, raise).
Se qualcuno dovesse chiamare un vostro raise, nel momento in cui non aveste hittato nulla sul board, dovreste cercare di capire se, quest’ultimo, può aver aiutato l’avversario, attribuendogli un range plausibile.

Se il range percepito è debole, ed il board è dry (secco / che presenta pochi progetti) potreste comunque portarvi via il pot facendo una semplice C-bet (continuation bet). Proviamo a fare due esempi:

Noi siamo UTG ed abbiamo:  9 7 Rilanciamo a €2.00.
Un player chiama e i blinds foldano.
Il pot è di €4.75 (se non consideriamo la rake)
FLOP: 7 Q 6
Noi abbiamo middle pair e bettiamo €3.00. E’ una c-bet abbastanza standard, per valore, e ci portiamo via il piatto.

Seconda mano:
Ancora, noi siamo UTG con 7 4 e rilanciamo a €2.00.
Un player chiama e i blinds foldano.
FLOP: 7 4 4
Abbiamo floppato una monster.  La nostra naturale tendenza, sarà quella di check/raisare o di check/callare qui. SBAGLIATO!

C-bettiamo per €3.00, come prima. Vi chiederete: “Perché bettiamo se abbiamo un punto fortissimo?”. Facile, nessun sano di mente può assegnarci 74s ora. Penseranno che abbiamo mancato il flop e che vogliamo vincere la mano con Asso carta alta o con una overpair (come 88+). Stiamo offrendo l’opportunità di raisare, o di floatare, a giocatori aggressivi che non daranno credito alla nostra continuation bet.
Inoltre, la nostra mano non è nuts e dobbiamo estrarre il massimo valore da eventuali draw o dalle overpair (che avrebbero comunque un’equity bassa contro il nostro punto).

Ora, ragioniamo un secondo. Cosa sarebbe successo se fossimo entrati openlimpando con queste mani? Si sarebbero creati dei piccoli piatti e i soldi che ci spetterebbero di diritto sarebbero ancora negli stack degli avversari!

In definitiva, che si parli di Cash Game online o live, ai microlimiti o agli high stakes, la risposta alla domanda “Quando è giusto openlimpare?” è “MAI!”

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari