Saturday, Oct. 25, 2014

Strategia

Scritto da:

|

il 26 ott 2012

|

con 21 Like

Betting Patterns: quali sono le size più corrette nel cash game?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Betting Patterns: quali sono le size più corrette nel cash game?

Area

Vuoi approfondire?

Ipotizziamo di trovarci ad un tavolo cash game NL200 (1 / €2) con uno stack pari a 100 big blinds. Il giocatore che si trova sul Bottone (BTN) rilancia a €6, folda lo Small Blind (SB), e noi da Big Blind (BB) ci troviamo in mano A K. Non abbiamo nessuna informazione sul nostro avversario, come procediamo?

La maggior parte dei player rilancerebbe (3-bet) con una size compresa tra i €19 – €23 e, data l’assenza di info sull’avversario, è una scelta molto ragionevole.

Il punto è, però, che siamo allenati così bene che ci sembra sempre di conoscere la size giusta per ogni situazione.

Sappiamo che se il range dell’avversario è debole, potremo estrargli una puntata al river facendo una size pari a 40% pot circa. Sappiamo che, in un piatto 3-bettato, una buona size da fare è pari al 50% del pot.

Cataloghiamo un giocatore come “fish” se punta 4€ su un pot da 30€. Siamo diventati delle macchine, allenati a modificare e restringere il range del nostro avversario in base ai suoi betting patterns.

Come mai allora molti regulars non riescono a fare un ulteriore passo in avanti e variare le loro size considerando le reazioni che avranno sui loro opponents?

Esempio: Giocata tricky preflop

In una mano precedente a questa che stiamo per analizzare, il nostro opponent (lo stesso della mano precedente) è riuscito a portarci via mezzo stack bettando per tre streets in un piatto raisato dove, entrambi, abbiamo legato un Top Pair al flop. Ha un’immagine abbastanza solida ed è sicuramente un giocatore vincente.

Molti spot, dove ci son state delle 3bet, si sono conclusi con una semplice Continuatio bet al flop.

Stiamo giocando sempre al tavolo cashgame NL200 (1 / €2) con uno stack pari a 110 big blinds nella stessa dinamica precedente: Bottone vs Big Blind.

L’avversario apre l’azione rilanciando a 6€ e noi abbiamo 9 7. Decidiamo che la nostra mano è troppo debole per flattare e quindi decidiamo di optare per una 3-Bet o un fold. Tuttavia, Villain, ha difeso molte 3-Bets; perciò non è una scelta bellissima quella di andare a giocarci un grosso piatto, fuori posizione, con questa mano. Come comportarci dunque?

Foldare è un’opzione molto quotata, non è certo da considerare come errore. Nonostante ciò, questo sembra un buon momento per fare un’azione inusuale: decidiamo di 3-bettare a 18€. Questo non è assolutamente un misclick (errore effettuato “clickando” con il mouse) e confonderà sicuramente il nostro opponent, soprattutto se, fino a quel momento della partita, i nostri “Bet sizings” sono sempre stati standard.

Spiazzando il nostro avversario con una puntata del genere, soprattutto per via della nostra immagine di buon player, lo porterà a giocare con più cautela e più “straightforwardly” (in modo lineare, senza inventarsi giocate particolari).

Il Flop è: 8 5 3  ( pot: 36€ )

Noi bettiamo 21€ e Villain chiama.

Il Turn è: 3  ( pot: 78€ )

Noi bettiamo 35€ e l’avversario chiama ancora.

Il river è: T  ( pot: 148€ )

Noi shoviamo All-in i restanti 145€, Villain “tanka” (pensa) tantissimo e poi folda 77.

L’ intera sequenza di eventi può esser considerata “poco ortodossa” ma, dietro queste azioni, c’è un piano ben preciso, architettato sin dal preflop.

Il nostro avversario avrebbe potuto foldare la sua coppia di sette anche se noi avessimo condotto l’azione con delle sizes standard ma, probabilmente, avremo rischiato di perdere tutto lo stack in quanto c’è un history di 3bet abbastanza light (con un range molto largo, che comprende molti bluff) e non avrebbe avuto molti problemi a seguirci “per pura curiosità”.

Abbiamo utilizzato quindi una linea che sapevamo lo avrebbe insospettito (in quanto non è standard fare una 3bet piccola, bet piccola al flop, bet piccola al turn e shove al river).

La nostra immagine di giocatore solido, precedentemente creata, ha fatto si che il nostro avversario pensasse che noi non facessimo mai una mano del genere con trash pura o, almeno, non abbastanza spesso da rendere il suo call al river EV+.

Così, questa giocata, ci ha dato l’opportunità di prendere 3 streets di value (considerando il preflop) da una mano che, in caso contrario, avremmo sicuramente foldato.

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari