Saturday, Oct. 21, 2017

Strategia

Scritto da:

|

il 10 Ott 2017

|

con Like

Lo squeeze nel cash game: istruzioni per l’uso IP e OOP

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Lo squeeze nel cash game: istruzioni per l’uso IP e OOP

Area

Vuoi approfondire?

Lo squeeze play è una tecnica di gioco solitamente utilizzata nel preflop che ha come effetto principale una pressione diretta sul range degli avversari; il termine riporta al verbo inglese “to squeeze” che significa spremere, schiacciare.

Avremo effettuato uno squeeze ogni qual volta decideremo di rilanciare in seguito ad un’apertura e almeno un flat.

Il nome di questa move, infatti, deriva proprio dal fatto che, aumentando l’importo del piatto, il giocatore che ha soltanto chiamato l’apertura iniziale dell’original raiser sarà costretto a foldare perché non avrà modo di difendersi.

Parliamo di una mossa vincente nel lungo periodo poiché garantisce un elevato valore atteso grazie alla fold equity generata.

La giocata, pianificata in maniera sensata ed intelligente, sarà più o meno profittevole in funzione di:

1) Range dell’original raiser
2) Nostro range
3) Info su tendenze e skills dei callers
4) Posizione al tavolo
5) Size di squeeze utilizzata

Per quanto riguarda i primi tre punti, bisogna sempre tenere a mente che concettualmente la nostra mano gioca solo contro il range dell’original raiser: spesso il flat successivo all’open indica una mano non sufficientemente forte per continuare, quindi le contromisure vanno generalmente prese su un unico player.

Ricollegandoci a quanto detto prima, è preferibile selezionare gli spot giusti quando abbiamo informazioni precise sul gioco di OR e sulle sue tendenze e quando i callers hanno un numero elevato di combo da giocare in semplice call: una volta valutata bene la situazione sarà possibile adoperare un range più o meno light , tenendo anche conto della posizione.

Anche se gli avversari inesperti tenderanno a dare molto credito allo squeeze e di conseguenza abbandoneranno più facilmente il colpo, il nostro range dovrà essere bilanciato, inserendo la giusta porzione di combo di valore e di bluff affinché il winrate possa crescere.

In generale, in position è più indicato squeezare tutte le combo che hittano bene il board e che facilitano quindi la gestione nel postflop, come ad esempio tutte le broadway off e suited; out of position, invece, è preferibile inserire mani come gli Ax e i Kx suited, blockerando così le combinazioni più forti.

Infine un cenno alle size da utilizzare: la regola base è un x4 IP, x5 se OOP.

Importi così alti hanno lo scopo di mettere ancora più in difficoltà il primo aggressore poiché, per una questione di odds, la sua giocata sarebbe quasi sempre ad expected value negativo in caso di 4bet.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari