Wednesday, Jul. 18, 2018

Strategia

Scritto da:

|

il 12 Gen 2018

|

 

Thinking process – Andrea Benelli bluff catcha con K-High al Day3 dell’IPO by PokerStars!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Thinking process – Andrea Benelli bluff catcha con K-High al Day3 dell’IPO by PokerStars!

Area

Vuoi approfondire?

Rieccoci con un nuovo spot per la nostra rubrica ‘Thinking process’, questa volta giocato ai tavoli live del primo Italian Poker Open by PokerStars.

Protagonista dell’action in questione è Andrea Benelli, che chiuderà la manifestazione come runner-up e vincerà poi la classifica last longer, autore di un incredibile bluff catch ai danni di unknown.

Ecco la mano che abbiamo graficato per la nostra pagina Facebook.

TP ANDREA BENELLI

Arrivato al tavolo da un paio di orbite, noto immediatamente questo giocatore dalle move abbastanza singolari. Apro preflop standard a 13.000 con uno stack di circa 25 blinds e oppo deep chiama da bottone. Sul flop decido di cbettare 14.000 con incastro e backdoor flush draw e il mio avversario gioca. Al turn cade un asso di quadri e la mano va check to check. Il river è un 9 che paira il board e opto di nuovo per un check ma subito oppo betta con una size sproporzionata, 70.000 su pot di 55.000 circa. In quel momento conto il mio stack: ho 120.000 dietro e il call potrebbe compromettere la mia permanenza all’interno del torneo. Sono stato lì a ragionare per 4 minuti, il mio avversario sembrava visibilmente sofferente e in più la size scelta al river lo polarizzava tantissimo. In questo spot ho pensato di essere buono allo showdown un tot di volte contro una buona parte del range di bottone, che contiene combo come QT, JT, J7, Q7, K7. Alla fine l’intuizione si è rivelata corretta e da quel piatto sono tornato in average; è stata sicuramente la mano che mi ha fatto decollare in tutto l’IPO!

Prima di salutarci, Andrea lascia spazio all’autocritica e rivela parte del suo plan futuro per quanto riguarda gli appuntamenti live.

“È stato un bellissimo torneo, l’heads up rimane il mio unico rammarico. Pensavo davvero di poter chiudere questa esperienza con un bel primo posto. Mi dispiace tanto e sto ripensando da due giorni alla mia condotta finale: non ho giocato benissimo il testa a testa e penso di aver pagato la stanchezza dei 4 giorni proprio nel momento in cui dovevo stringere i denti. Comunque contentissimo di com’è andata, spero di fare bene nel resto dell’anno. Prossimi appuntamenti al Perla per il Million, poi Rozvadov; non vedo l’ora di tornare ai tavoli!”

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari