Wednesday, Dec. 19, 2018

Strategia

Scritto da:

|

il 19 Set 2018

|

 

Cinque buoni motivi per flattare Asso-Asso preflop!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Cinque buoni motivi per flattare Asso-Asso preflop!

Area

Vuoi approfondire?

American Airlines, Bullets o più semplicemente ‘pini’.

Comunque li vogliate chiamare, quando spilliamo A-A l’adrenalina sale.

Abbiamo la starting hand più forte del giochino, una mano che ci capiterà statisticamente una volta ogni 221.

E il desiderio (tentazione?) di metterle rapidamente tutte al centro è talvolta irrefrenabile

Eppure ci sono diversi situazioni di gioco in cui potrebbe essere profittevole decidersi di limitarsi al call preflop dinanzi ad un raise avversario.

Circoscrivendo la questione agli MTT, abbiamo provato a individuarne cinque.

 

Da UTG+1

Se ci troviamo in un tavolo Full Ring e Utg decide di aprire i giochi, una move interessante potrebbe essere quella di limitarsi al just call pre se spilliamo A-A da Utg+1. Così facendo underreppiamo il nostro range – che si rivelerebbe particolarmente strong qualora decidessimo di tribettare – e potremmo invogliare uno degli 8 player che devono ancora agire a squeezare e ingrandire il pot per noi.

Qualora si verificasse questa circostanza dovremo essere bravi ad avere la giusta sensibilità per capire quando flattare nuovamente la tribet o back 4-bettare. Queste valutazioni che vanno fatte soprattutto in base alla fase del torneo che stiamo giocando e in base alle ‘skills’ dello squeezer. In MTT a low buy-in, uno squeeze rappresenta molto spesso una mano di valore ed è dunque decisamente consigliato di 4-bettare serenamente (anche all-in diretto a prescindere dai bb a disposizione) poiché il nostro avversario sarà spiazzato/irritato da questa mossa e dunque molto restio a foldare…

Da Big Blind (su open da early)

Per cercare di avere range bilanciati, una scelta sensata potrebbe essere quella di flattare A-A su un open da early position. Avendo un range di difesa tendenzialmente molto ampio, potremmo scegliere di limitarci al call anche con premium.

In questo caso, in base alla texture, potremmo dunque decidere di check/callare o check/raisare flop. Sicuramente la % con cui dovremo check/raisare sarà più elevata rispetto al solito. Perfetti i board drawy sui quali rappresenteremmo molto spesso progetto e potremmo indurre oppo a tribettare o semplicemente callare il raise con un value inferiore al nostro.

Da Cutoff/Bottone

Se piccolo e grande buio sono particolarmente aggressivi e ci ritroviamo di fronte a un open raise, flattare gli assi da cutoff e bottone potrebbe essere una scelta vincente. Small e Big blind potrebbero percepire debolezza, essendo noi in una posizione che invita tendenzialmente più alla tribet che al flat, ed essere dunque portati a squeezare con frequenze più alte.

Qualora si verificasse il nostro piano (squeeze di uno dei blinds e fold di or) è generalmente consigliato flattare nuovamente visto che potremo godere della posizione e di un range cappato (solo agli di oppo) su tantissimi flop.

Con short stack dietro

Lo stesso ragionamento è valido quando abbiamo degli short stack (moving stack) dietro di noi. Se abbiamo gli assi da mp e fronteggiamo un raise da early, dobbiamo valutare bene le chips a disposizione dei player alla nostra sinistra. Se abbiamo almeno 2 player tra i 15 e 20bb possiamo provare a flattare gli assi per invogliare qualcuno a shovare più largo del dovuto.

Su un all-in

Più agevole limitarsi al flat call con gli assi quando fronteggiamo un all-in. In questa situazione è molto spesso +EV limitarsi al call e non isolarsi, mettendo in trouble eventuali strong hand (A-x, pair da 8-8 a salire) che si trovano dietro di noi.

Conclusioni

Tribettare con A-A non è praticamente mai un errore, ma avere in faretra una strategia che li includa nel range di flat vi renderà sicuramente giocatori più scomodi da affrontare. Come avrete capito è fondamentale valutare sempre molto bene gli stack in gioco, prima di azzardare questa move decisamente non convenzionale e ad alto rischio!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari