Thursday, Jul. 24, 2014

Strategia

Scritto da:

|

il 28 set 2012

|

con 12 Like

Cash Game Online: size dei raise e delle 3bet preflop

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Cash Game Online: size dei raise e delle 3bet preflop

Area

Vuoi approfondire?

Dopo aver svolto un’introduzione generale al cash game, rimbalzando tra concetti come bankroll management e stakes di gioco e passando di liana in liana all’interno della giungla dei VIP System (o rakeback) e delle tipologie di tavolo più profittevoli da giocare, è giunto il momento di addentrarci nello specifico del gioco cash, andando a edificare una robusta struttura al di sopra delle valide fondamenta poste con la lettura degli articoli precedenti.

Una delle differenze principali del cash rispetto ai sit and go sta nel fatto che i blinds non aumentano mai e, in forza di questo fatto, il rapporto tra buii e il nostro stack sarà sempre di 1:100. Giocare 100x, infatti, è un must per ogni giocatore vincente al cash; i vantaggi si articolano lungo un duplice binario: da un lato, la possibilità di gestire molto meglio le mani, potendo foldare, se del caso, senza sentirsi “committati” e vincendo molto, nel caso in cui un nostro avversario dovesse pagarci con il punto inferiore.

Anche se non è presente su tutte le rooms la funzione dell’autorebuy, non siate pigri e ricaricate sempre il vostro stack fino a 100 big blinds manualmente, perché scendere sotto la soglia dei 95bb potrebbe seriamente creare difficoltà del tutto evitabili; anche se richiede un’attenzione maggiore, occhio al reload, quindi, magari non necessariamente ogni small blind pagato, ma se avete tempo nella sessione, perché non trovate action sugli altri tavoli, allora quello è il momento buono per ricaricare, anche se mancano pochi grandi buii al vostro castello di chips.

Una volta che abbiamo ben fissato la “regola dei cento blinds”, passiamo ad analizzare le sizes di apertura e di controrilancio corrette con cui approcciare, generalmente, ogni tavolo. Il rilancio standard preflop dovrebbe essere di un importo pari a tre volte il grande buio (3x). Esempio: NL100, buii 0.50/1€, Hero ha QQ e rilancia preflop a 3€ (1×3). I benefici del rilanciare 3x stanno nel fatto che la gestione della mano rimane molto semplice, perché abbiamo tanti buii dietro, ma non ci dispiacerà poi tanto dover foldare, visto l’esiguo investimento, nel caso in cui dovessero controrilanciarci.

Inoltre, aprire solo tre volte il grande buio preflop, consente di avere piatti più piccoli nel proseguimento della mano, permettendoci una gestione molto più agevole di situazioni che potrebbero venire a crearsi nel caso in cui il flop o, magari poi il turn, non ci siano amici. Che fare se un avversario prima di noi ha limpato (con l’orrore di Flavio Ferrari Zumbini!)? In questo caso, il nostro rilancio deve essere così prodotto: 3x + 1bb per ogni limpers. Esempio: NL100 – buii 0.50/1€, Oppo limpa, Hero fa 4x (3x+1x), quindi 4€. Superfluo dire che noi non limperemo mai!

Siccome non è sempre Domenica, spesso capita di trovarsi in una situazione nella quale abbiamo una mano valida da giocare, ma un nostro avversario prima di noi ha aperto (poniamo che anche lui sia un bravo giocatore o abbia letto questo articolo) 3x! In questo caso le soluzioni di Hero sono ovviamente tre. Foldare, callare il raise, oppure controrilanciare.

Le prime due opzioni verranno esaminate in seguito; focalizziamoci ora sull’importo corretto del nostro controrilancio, partendo da una nota di colore. Quello che fino a questo momento è stato definito, appunto, “controrilancio”, nel linguaggio tecnico e forumistico spesso viene definito “3bet”. Perché?

Preflop, se il nostro “controrilancio” è una 3bet, è lecito e logico aspettarsi che esistano anche una 1bet e una 2bet, no? Bene, quella che solo tecnicamente si chiama “1bet” non consiste in altro che i buii pagati da small e big blind, mentre la “2bet” è costituita dall’apertura del vostro avversario, con la conseguenza che la nostra azione non può che essere una “3bet”.

Ponendo ora che abbiamo una mano con cui vogliamo 3bet-tare, allora, la size corretta di commisurazione sarà di tre volte l’apertura del nostro avversario. Esempio: NL100 – buii 0.50/1€, Oppo rilancia a 3€ (3x), Hero 3betta a 9€ (3x il rilancio di Oppo). L’importo della 3bet, quindi, dovrebbe essere così calcolato, con due ultimi consigli: se siamo in posizione, possiamo limitarci allo standard 3x, mentre se siamo fuori posizione (OOP) possiamo anche calcolare il controrilancio sulla scorta di un ammontare pari a 3.5x il rilancio originario; ancora, se Oppo apre, invece che 3x, una size molto strana, poniamo 6x, allora dovremo accorciare un poco la nostra 3bet per non giocare piatti enormi in pratica già da decidersi preflop.

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari