Strumenti

Scritto da:

|

il 12 dic 2011

|

con 3 Like

Cash Game Online: la linea rossa di HEM

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Cash Game Online: la linea rossa di HEM

Area

Vuoi approfondire?

Quante volte osservando i grafici di Poker Tracker e Holdem Manager ci siamo soffermati su quella linea rossa che appare tra gli assi cartesiani e che, solitamente, è in discesa cronica?

Rispondente alla voce “non showdown winnings” tale linea è quella che rappresenta l’ammontare vinto o perso nel corso delle varie sessioni, senza che si sia giunti allo showdown, quindi senza aver visto le carte avversarie o mostrato le proprie (es. Hero folda al turn od Oppo non chiama il nostro all in al river: in questi casi, la linea salirà o scenderà di un valore pari alle dimensioni del pot che è stato assegnato uncontested ad uno dei due giocatori).

Il problema annoso che affligge questa misteriosa traccia sul grafico consiste nel fatto che la sua tendenza verso il basso affligge, in maniera direttamente proporzionale, il morale dei grinders. Serve, quindi, fare una maggior chiarezza sul valore di tale segno e cercare di capire se una eventuale negatività costituisca per davvero un problema o meno all’interno del nostro gioco.

Partiamo da un presupposto semplice: la linea rossa scende perché paghiamo i blinds. Se non ci credete, fate una rapida verifica adoperando i filtri del vostro software di tracking, fino a ottenere sul grafico solo i valori relativi alle posizioni comprese tra UTG a BTN. Sorpresa: la linea sale. Appurato che i buii sono un macigno sul nostro winrate, ora scendiamo nel dettaglio e cerchiamo di capire quando una pendenza marcata è nella norma e quando invece deve preoccuparci.

Anche considerando i blinds, non è detto che non ci siano problemi quando la direzione è immancabilmente verso il basso: se la discesa è costante e molto inclinata, forse sussistono altri difetti nello stile, che possono variare da un eccessivo ammontare di continuation bets al flop per poi abbandonare la mano senza aggredire ancora nelle streets successive, ad un numero elevato di 3bets alle quali segue un fold, sia preflop che postflop, nello sviluppo della mano. Le dinamiche dei movimenti della linea sono molto varii e possono essere figli di talmente tanti fattori che è difficile poter identificare la mancanza, senza informazioni più dettagliate. Se la vostra linea pende inesorabilmente, quindi, postare sui forum o chiedere ad un coach qualche consiglio potrebbe essere la soluzione migliore.

Non è detto che, però, la situazione sia sempre così tragica: in caso di tracciato poco negativo non c’è un reale motivo di preoccupazione, mentre se la tendenza è breakeven (pari) o, addirittura, positiva, allora state facendo molto bene e continuate su questa strada. Un buon indicatore di come sia il nostro gioco, è dato dalla statistica che sia su Poker Tracker, sia su HoldemManager si chiama “W$WSF”: grazie al “Won $ When Saw Flop” abbiamo un interessante dato, almeno in parte collegato alla linea rossa. Se il valore è superiore alla soglia dei 45 punti percentuali, allora non abbiamo seri problemi e il grafico dovrebbe sorriderci o quasi per quanto concerne questa linea. Al di sotto del limite, sicuramente c’è da lavorare un poco sul gioco al fine di rimuovere fastidiosi e costosi leaks.

In conclusione, non disperate se la linea rossa scende, perché in primo luogo è colpa dei blinds e, secondariamente, una generale tendenza negativa non pregiudica la salute del nostro bilancio, ma attenzione quando la discesa verso il basso è costante e perpetua, senza nemmeno un periodo composto da qualche migliaio di mani in pareggio, perché in quel caso, forse, non state clicckando nel modo corretto.

 

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari