Tuesday, Sep. 16, 2014

Strategia

Scritto da:

|

il 9 ott 2012

|

con 177 Like

Rompere il mouse è +EV ? Ce lo dice Tommy Angelo!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Rompere il mouse è +EV ? Ce lo dice Tommy Angelo!

Area

Vuoi approfondire?

Tommy Angelo è una leggenda tra i giocatori statunitensi, non tanto per il suo gioco, ma per la sua conoscenza degli aspetti psicologici legati al poker: le sue lezioni di “mental coaching” hanno una lista d’attesa di almeno sei mesi e prezzi non indifferenti. Sul suo blog, però, si trovano anche alcune “perle” gratuite, come questa: se anche dopo aver divorato Poker Mindset non riuscite a smettere di rompere i mouse, provate a leggere cosa dice Greg, allievo di Tommy Angelo, a riguardo!

L’idea di fondo di questo articolo è calcolare l’EV (Expected Value) della rottura di un mouse, tenendo conto che la distruzione del dispositivo impedisce al giocatore di continuare a giocare in uno stato emotivo alterato, prevenendo quindi la perdita di ulteriori soldi con un gioco non ottimale.

Le variabili in gioco

  1. Il costo del mouse.
  2. I danni collaterali. A meno che non stiate giocando in giardino, ci sono buone possibilità che il lancio del mouse rompa anche altre cose nella vostra stanza.
  3. Winrate in tilt, ovvero: quanti euro all’ora perdete dopo una brutta bad beat?
  4. Tempo di tilt. La vostra rabbia dura un paio di secondi o diverse ore?
  5. Tempo di gioco perso rompendo il mouse. Ovviamente senza mouse non potrete giocare per un determinato periodo di tempo.
  6. Winrate in condizioni normali. Quanti euro all’ora guadagnate normalmente giocando a poker quando non siete in tilt?

L’equazione

EV = (tempo tilt * winrate tilt) – (tempo perso * winrate normale) – (costo mouse + danni collaterali)

Ovviamente questa equazione è davvero bella da guardare, ma non è molto interessante fino a che non andiamo a fare alcuni esempi pratici:

Supponiamo che un giocatore di Cash Game 1€ / 2€ normalmente vinca 6 big blinds all’ora, ovvero 12 €/h. Supponiamo inoltre che perda 200 big blinds in uno sfortunato colpo al 96%, con l’avversario che trova una delle sue due out al river, e che il giocatore lanci il mouse (da 50 €) con un movimento rapido verso il muro o qualsiasi altra superficie dura, provocando la rottura del dispositivo ed alcuni segni nell’intonaco, la cui riparazione costerà 25 €. Il nostro giocatore poi pulisce il pavimento, si calma, e quindi si precipita verso un centro commerciale in cerca di un nuovo mouse, perdendo in totale quattro ore di gioco. Applichiamo queste condizioni iniziali a varie tipologie di giocatori di poker:

Esempio 1: il giocatore imperturbabile – Tommy Angelo

Winrate in tilt = 6 bb/h. Tommy Angelo non va mai e poi mai in tilt.

Tempo di tilt = 0 minuti. Vedi sopra.

Per un giocatore come Tommy Angelo, l’EV di lanciare il mouse è di – 123 €. Se non tiltate mai, rompere gli oggetti senza motivo non è di sicuro una scelta vincente.

Esempio 2: il giocatore normale come tutti noi

Winrate in tilt: -25 bb/h. Non terribile, ma nemmeno buono. Quando siamo tiltati, abbiamo la tendenza a buttare più soldi in mani “speculative” (leggi: spazzatura).

Tempo di tilt: 1 ora.

EV di rompere il mouse: -73 €. Non è quello che mi aspettavo all’inizio del ragionamento: a essere onesti pensavo che sarebbe stato molto più vicino al +EV. Comunque, la tipologia di “giocatore medio” è molto ampia, quindi fareste meglio a inserire i vostri dati esatti nella formula.

Esempio 3: il gambler irascibile: Phil Hellmuth che gioca Cash Game

Winrate in tilt: -200 bb/h. Qualsiasi skill pokeristica viene istantaneamente rimpiazzata da una nuova strategia iper aggressiva motivata dalla frustrazione.

Tempo di tilt: 3 ore. La vendetta è molto lunga. In questo caso la fine del tilt è spesso decretata dalla mancanza di fondi, più che dalla ritrovata consapevolezza del proprio gioco.

Per Phil Hellmuth ai tavoli Cash Game, l’EV di sfasciare un mouse è di +277 €. I gamblers irascibili beneficiano di una sospensione forzata dal gioco.

Conclusioni (in ordine sparso)

  • Rompere il mouse potrebbe essere una mossa vincente se siete un determinato tipo di giocatore, ma non per la maggior parte di noi.
  • Non lanciate il mouse se grindate i microstakes: non sarà sicuramente +EV.
  • Comprate mouse più economici se siete propensi alla distruzione. Il costo del mouse dovrebbe essere inversamente proporzionale alla vostra rabbia repressa.
  • Un mouse molto pesante dà luogo a un lancio più soddisfacente, ma aumenta il rischio di danni collaterali.
  • Phil Hellmuth non dovrebbe giocare Cash Games.

 

 

 



Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari