Thursday, Jul. 31, 2014

Poker Live

Scritto da:

|

il 26 ago 2012

|

con 10 Like

Ept Barcellona: Ilari Sahamies e John Juanda cedono il passo. Vince Mikalai Pobal

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Ept Barcellona: Ilari Sahamies e John Juanda cedono il passo. Vince Mikalai Pobal

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Al Final Table dell’European Poker Tour di Barcellona ci sono due giocatori che non ce l’hanno fatta. Il primo è John Juanda, uno dei big del tavolo. Ci si attendeva una rimonta, gesto epico e arduo anche per un campione della sua stoffa, ma non è arrivata. Quel traguardo è rimasto lontano, forse troppo, perché John le aveva messe partendo avanti con coppia di cinque, mandando i resti da Big Blind dopo l’apertura di Samuel Rodriguez che, da Small, chiama e gira asso cinque. Asso al turn e tutte le speranze di Juanda si infrangono all’ottavo posto (€76.100).

L’altro che non ce l’ha fatta è Ilari ‘Ziigmund’ Sahamies, ma la sua partita dura molto di più. Prima concede il raddoppio a Joni Jounkimainen, poi osserva l’eliminazione di Antonin Duda in settima posizione (€125.950) per mano di Anaras Alekberovas e di Sinel Anton, sesto (€178.400), mattato dal flip perso contro Sinel Anton.

Ilari tenta di prendere in mano la sua partita ma non c’è nulla da fare. Le chip gli rimangono davanti e sembrano non volerne sapere di aumentare. Ancora un out, questa volta è Samuel Rodriguez a lasciare il tavolo. Lo studente spagnolo arrivato all’EPT vincendo un satellite online su PokerStars ha trasformato cento dollari in €230.900 ed è quinto. Le sue chip vanno a Jounkimainen, il vero padrone del tavolo in quelle fasi di gara.

Poi Sahamies ci riprova. Apre, gioca, non fa showdown. Bastano poche mani per riprendere fiducia e restituirla ai tifosi. Senza troppi rischi, e soprattutto senza intoppi, Ziigmund si riporta al secondo posto. Unico obiettivo: andare a riprendere Joni Jounhkimainen, il suo connazionale finlandese che nel frattempo è salito a 13 milioni distaccandolo di quattro.

Joni Jounhkimainen

Invece sale Joni. Prima atterra Anars Alekberovas lasciandolo a poco più di un milione e salendo a diciannove, poi attende che il lituano inanelli un paio di raddoppi per finirlo dominandolo con KK vs 99. Anaras finisce al quarto posto (€301.750) e Jounhkimainen è sempre più distante, ora a 24 milioni. Sahamies nel frattempo è sceso a cinque e Mikalai Pobal, in disparte, ne esibisce solamente tre.

Mikalai però le raddoppia subito e proprio contro Joni che, pochi minuti dopo, scopre cosa significhi la varianza nel poker quando, ancora con coppia di kappa, paga il raddoppio anche a Ziigmund che con otto e sette di quadri trova la doppia al flop facendole mettere tutte al connazionale.

Il primato è ancora solido, ma la sorte è sempre avversa. Asso nove contro asso dieci, un cooler a un tavolo finale three-handed composto da giocatori così aggressivi. Joni parte dominato e non trova nessun aiuto della dea bendata a spianargli la strada: Pobal raddoppia di nuovo e chi paga è sempre quello.

Il protagonista del nostro racconto però è Ilari Sahamies e anche lui sembra saperlo bene quando da’ una lezione di poker a Jounhkimainen arrivando a six-bettarlo con donna otto. Joni non ha per le mani nulla di meglio di un dieci e un sei a quadri ed è costretto a foldare dopo aver investito oltre 3 milioni di chip nel piatto. Tutto sembra tornato come doveva essere: grazie a questa action strepitosa Ilari è primo e gli avversari sembrano domati. Se non fosse che di questa storia sappiamo già il finale…

Per semplificare le cose — anche a me che devo scriverne il cognome — Joni Jounhkimainen esce di scena al terzo posto (€404.050). Prima lascia qualche chip per strada a favore di Pobal e poi si schianta in flip contro Sahamies che, incassate le chip del connazionale, si avvia al testa a testa finale con 12 milioni di chip contro i quasi venti di Mikalai.

Per il verdetto finale bastano pochi minuti. Sahamied decide di bluffare nel momento meno opportuno: i giochetti preflop con 95 riescono molto male se dall’altra parte ci sono un asso di quadri e un altro di cuori. Se poi, dopo che si è finiti ai resti, il flop porta il terzo asso e solo quello è di picche le cose si complicano fin troppo. J al turn e il finale di questa storia è scritto. Ilari Sahamies chiude al secondo posto per €629.700 concedendo la vittoria e €1.007.550 a Mikalai Pobal.

Ilari ‘Ziigmund’ Sahamies e John Juanda non ce l’hanno fatta. That’s All Folks.

1. Mikalai Pobal €1.007.550
2. Ilari Sahamies €629.700
3. Joni Jouhkimainen €404.050
4. Anaras Alekberovas €301.750
5. Samuel Rodriguez €230.900
6. Sinel Anton €178.400
7. Antonin Duda €125.950
8. John Juanda €76.100


Prova l'incredibile esperienza di gioco della prima poker-room italiana: iscriviti a Pokerstars e ricevi il bonus del 100% sul tuo primo deposito fino a un massimo di 1000 euro!

Prova i ricchissimi tornei garantiti settimanali come il Sunday Special, o inizia a giocare i tornei freeroll gratuiti, o magari gioca cash allo Zoom Poker!

GIOCA SUBITO!

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari