Thursday, Apr. 17, 2014

Poker Live

Scritto da:

|

il 5 ott 2012

|

con 3 Like

EPT Sanremo – Un field incredibile, ma i numeri sono buoni?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

EPT Sanremo – Un field incredibile, ma i numeri sono buoni?

Area

Vuoi approfondire?

Il momento per noi più atteso di questa Nona stagione EPT targata PokerStars è finalmente arrivato. Al Casinò di Sanremo puntuale alle ore 14:00 è scattato il canonico “Shuffle Up and Deal” che ha scatenato la battaglia per i 321 presenti in partenza.

Field in gran parte arricchito da una folta presenza straniera vuoi per l’appeal del torneo sanremese che da sempre ha attirato un gran numero di player, vuoi per la stretta vicinanza con le WSOPE di Cannes concluse soltanto ieri con l’ennesimo braccialetto di Phil Hellmuth che, inutile negare, in molti si aspettano di veder arrivare da un momento all’altro.

Che field!

Passeggiare tra i tavoli (peraltro completamente rinnovati con tanto di neon luminoso sotto l’imbottitura) di questo Day1a dell’EPT di Sanremo era un po’ come percorrere la storia più recente del poker live e online. Mostri sacri ormai pluri vittoriosi come il campione del mondo Jonathan Duhamel (WSOP 2010), David Vamplew (EPT Londra 2009), Mike “timex” McDonald (EPT Dormund), Jason Mercier o Joe Hachem (WSOP 2005) che andavano a braccetto con grinder terribili come “Mement_mori” o altri che pur non ancora noti nelle loro sembianze reali, esprimono quanto di meglio il poker online mondiale possa offrire.  E tanti altri ancora che si siederanno soltanto domani (Antonio Esfandiari, Daniel Negreanu, Phil Hellmuth e chissà chi altro).

La parte italiana non è certo rimasta in disparte quest’oggi, e nella nazionale virtuale da schierare contro il resto del mondo potevamo vantare figure di spicco assoluto come Rocco Palumbo (WSOP 2012) e Filippo Candio (November Nine nel 2010)  entrambi però già out prima della cena. Ma anche i fratelli Speranza, Cristiano Guerra, Jackson Genovesi (recente runner up al WPT), Manlio Iemina (recente vincitore all’IPT di Campione), Andrea Dato, Riccardo D’Errico (a proposito di forti grinder online) o Erion Islamay solo per citarne alcuni. E anche per noi l’attesa per gli altri big di domani rimanda solo di un giorno la sfida azzurra verso la picca europea.

Un field davvero incredibile che raramente possiamo apprezzare se non in questi grandi eventi che per una volta conciliano tutti con il nostro amato gioco del poker.

I Numeri di questo EPT

Nelle attese di Luca Pagano e della Pagano Events tutta già nelle ore precedenti la partenza c’era una cifra di presenze che si aggirava intorno alle 300 unità, per arrivare poi sulle 800 totali previste per questo EPT. Assolutamente in linea con quanto accaduto la scorsa stagione, che aveva visto 359 player iscritti al Day1a e che conferma la tappa italiana come una delle più seguite in assoluto.  Se è vero però che per il momento i numeri sono simili a quanto accaduto la scorsa stagione è vero anche che qualche differenza c’è. Intanto la Season 8 contava ben Due tappe italiane, e tutti sappiamo come questo possa aver creato una qualche dispersione di player, se non altro per quelli che non possono permettersi due buyin del genere nel corso di una stessa annata. Quindi gli 837 totali del 2011 erano da considerare non solo un ottimo risultato, ma anche perfettamente coerenti con un trend che vedeva la tappa di Sanremo come la più visitata in Europa seconda solo a Deuville (889 ed escluso il PCA che però non è sul territorio europeo).

La prima stagione di questa stagione 9 invece, è stata un successo incredibile in terra spagnola (a Barcellona erano 1.082 gli iscritti) così come fortemente voluto da una nuova programmazione che restringe le tappe di stagione a sole Otto tappe (contro le 13 delle ultime due stagioni) ma con tanti side event ed High roller in più tanto da usare come slogan un azzeccato “Meno tappe, più poker“.

La sfida dell’EPT nostrano dunque, quest’anno è a doppio filo. Cercare di portare in Italia la Picca che fu soltanto di Salvatore Bonavena (a sanremo il miglior risultato è invece ad oggi il terzo posto di Dario Minieri nel 2008) ma anche riconfermarsi come una delle location più interessanti (dal punto di vista numerico almeno, perchè Sanremo è e rimane comunque uno dei tornei migliori in assoluto…).

Particolarmente importante dunque, vedere quanti saranno nel corso del Day1b a riempire i tavoli da gioco prima di trarre le dovute considerazioni finali.

Per ora l’unica cosa certa è che anche quest’anno potremo godere per sette giorni, delle incredibili emozioni di poker!

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

TI PIACE IL POKER?
Clicca su Mi Piace e diventa fan della più grande community italiana!

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari