Wednesday, Nov. 22, 2017

Poker Live

Scritto da:

|

il 16 Ott 2017

|

 

Tana delle Tigri – Semir Boubir vince tra 446 entries grazie a un deal: “Tutto è iniziato con un satellite”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Tana delle Tigri – Semir Boubir vince tra 446 entries grazie a un deal: “Tutto è iniziato con un satellite”

Area

Vuoi approfondire?

C’è un torneo live che ogni volta mette in palio zero euro garantiti eppure registra grandi successi!

Parliamo dello storico format Tana delle Tigri, capace di attirare da anni giocatori italiani e stranieri in un evento tecnico e divertente.

La sua 15esima edizione si è consumata questo weekend al casinò Perla di Nova Gorica, location slovena che ha ospitato e ospiterà ancora diverse tappe del Tana.

Tra i presenti il grande nome era sicuramente quello di Max Pescatori, in rappresentanza di Lottomatica. Possiamo citare anche lo sfortunato Carlo Braccini che è uscito in piena bolla nel Main Event!

Il buy-in del Main era di soli 250 euro eppure il montepremi ha superato i 98mila euro! Facciamo i complimenti dunque a Claudio De Seriis e a tutto il suo staff per l’ennesimo risultato.

Dobbiamo e vogliamo fare i complimenti anche a Semir Boubir, il vincitore del Main che si è imposto tra 446 entries dopo un deal a cinque al tavolo finale.

Semir è un regular udinese (ma di origini algerine) che gioca a poker live per hobby, scegliendo soprattutto i casinò sloveni e austriaci per le sue trasferte.

Lo abbiamo sentito poche ore dopo la sua vittoria e ci ha espresso tutta la sue soddisfazione. Ecco il suo racconto di un weekend che non è stato tutto ‘rose e fiori’:

Mi sono qualificato al Main del Tana attraverso un satellite live che si è giocato giovedì sera al Perla. Venerdì il mio Day 1 è stato un disastro. Mi sono ritrovato nel primo livello a foldare un set di jack al turn in uno spot molto complicato contro un avversario italiano che poi avrei ritrovato al tavolo finale. Tre mani dopo sono uscito in bluff!

Per fortuna ho potuto fare re-entry nel Day 2 e da lì è iniziato un torneo completamente diverso, molto stancante ma decisamente piacevole.

La struttura era ottima, davvero tecnica. Ai tavoli c’era un’atmosfera serena e rilassata. Si parlava tranquillamente delle mani e si faceva conversazione come piace a me.

Ho incrociato diversi giocatori bravi e alcuni più amatoriali. Alla fine ci siamo accordati per un deal e io avevo lo stack più importante, così mi sono portato a casa la tigre della vittoria“.

Il tigrotto di peluche è infatti un altro dettaglio immancabile del Tana delle Tigri, che adesso si prepara a tornare al Perla per ben tre volte nel 2018: si rigiocherà a marzo, maggio e ottobre, sempre con la partecipazione della room Lottomatica.

Tornando al vincitore Semir, ecco cosa ci racconta ancora su di lui: “Gioco ormai da parecchi anni. Mi sono costruito un buon roll ma il poker resta per me un hobby che viene dopo il lavoro.

Posso dire però di aver piazzato un buon risultato a Velden nell’Omaha giocando contro Fedor Holz! Sono stato ai tavoli con lui per alcuni giorni e non sapevo nemmeno chi fosse. Ho capito comunque che era un giocatore forte per la passione per la variante che mi ha trasmesso. Mi piace molto l’Omaha, per fortuna ho la possibilità di giocarlo al Perla contro giocatori bravi“.

 

Il payout del tavolo finale:

1° – Semir Boubir 23.000€*
2° – Angelo Benedetto 13.000€*
3° – Maurizio Battisti 8.500€*
4° – Emanuel Kotnic 6.760€*
5° – Petar Scioscic5.760€*
6° – Daniele Pozzi 4.860€
7° – Bruno Giordano 4.100€
8° – Dragan Zaric 3.400€
9° – Alberto Bussolati 2.800€

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari