Monday, Dec. 10, 2018

Poker Live

Scritto da:

|

il 28 Nov 2018

|

 

Nick Schulman educa Ben Lamb: call fantastico allo short deck!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Nick Schulman educa Ben Lamb: call fantastico allo short deck!

Area

Vuoi approfondire?

Nell’ottovolante di eventi andati in scena alle Triton Super High Roller Series c’è ancora spazio, tempo e modo per divertirsi.

Sul finire di luglio riportavamo il successo di Nick Schulman nell’evento da 10.900€ di buy-in di Short Deck, per una prima moneta da 237.000€.

Oggi, avendo a disposizione i replay, possiamo tessere le lodi del campione americano, che ipotecò quella vittoria grazie a un call straordinario ai danni di Ben Lamb.

La variante a 36 carte, in cui il colore batte il full e l’Asso funge da 5 per la scala bassa, ha fatto letteralmente impazzire tanti professionisti americani che non si sono mai tirati indietro pur essendo sostanzialmente alle prime armi nella suddetta disciplina.

Dinamiche e strategie diverse. Sperimentali. Ed è proprio per questo che nello spot in questione, a 4 left, Schulman limpa da Utg a 60.000 con KK. Nello Short Deck spesso e volentieri anche i blinds sono strutturati in maniera diversa: in questo evento abbiamo ante per tutti e blind (dal doppio del valore) che viene posto dal bottone.

Limp anche per Cheow da cutoff con Q9, check da parte di Ben Lamb da bottone (virtuale bb) con 1010.

Il flop recita J68 .

Checkano sia Schulman che Cheow, bet 170.000 per Lamb (stack 4.600.000), chiamano sia Schulman (stack 4.800.000), che Cheow.

Il turn è un 8

Ancora doppio check per i limper. Lamb betta 445.000, Schulman chiama ancora, Cheow molla la presa.

Il river è un 9

Terzo check per Nick, bet 1.030.000 per Lamb che trasforma la sua mano in bluff su una super scary!

A questo punto Schulman entra in the tank

…Il professionista americano ci pensa per circa 3 minuti e alla fine decide di chiamare: WOW!

Questo sarebbe un call da applausi già a Hold’em, figuriamoci allo short deck dove le combo di bluff sono molto più esigue!

Lamb fa una smorfia e getta i suoi 10 nel muck. Grazie a questo spot, Nick conquista chipleading e fiducia, utili per arrivare fino in fondo: well played! 🙂

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari