Thursday, Oct. 23, 2014

Poker Live

Scritto da:

|

il 6 mar 2012

|

con 7 Like

IPT Nova Gorica – Carla Solinas si arrende solo a Anton Karasinsky

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

IPT Nova Gorica – Carla Solinas si arrende solo a Anton Karasinsky

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

E’ comunque il giorno di Carla Solinas. Nessuna giocatrice prima di lei era arrivata così avanti in una tappa del PokerStars Italian Poker Tour, e con la performance di oggi Carla conquista il primo posto nella Money List femminile del nostro Paese, sorpassando Cecilia Pescaglini e Irene Baroni. Peccato solo per l’ultimo spunto, quando si arriva così vicino al vertice c’è sempre un po’ di amaro in bocca che resta.

A trionfare all’IPT di Nova Gorica sconfiggendo Carla in heads up è ancora una volta uno straniero, lo slovacco Anton Karasinskiy, che si porta a casa la picca e 140.000 € sonanti. Un gioco non brillante ma senza dubbio efficace, un pizzico di fortuna nei momenti giusti, e la picca va dalla parte “sbagliata”: scriviamolo tra virgolette, perché tutti noi speravamo in una vittoria tricolore, ma le carte hanno oggettivamente premiato uno dei migliori giocatori al tavolo. Medaglia di bronzo per Carlo Andreoli, forse il player che ci ha impressionati di più con i suoi 19 anni, il piglio da grinder navigato, il ticket vinto tramite satellite online e tanta voglia di martellare incessantemente sugli avversari.

Il tavolo finale inizia con Carla Solinas nella situazione migliore: super chip leader con il 25% delle chip in gioco, dietro di lei tre stranieri e quattro italiani. Le prime mani del Final Table però non le sorridono, con molti piatti senza showdown che la vedono lasciare gran parte dello stack agli avversari, soprattutto agli stranieri che martellano fin da subito. Nel frattempo perdiamo in ottava posizione Brando Naspetti, freddato da un improbabile raddoppio del pazzoide bulgaro Yordan Mitrentsov che pusha con una mano marginale e chiude un rocambolesco colore runner runner, lasciando Brando con le briciole e condannandolo a una rapida eliminazione poco dopo.

Carla continua a scendere, arrivando addirittura all’ultimo posto nel chipcount, mentre Alessandro Minasi viene “trappato” dall’ottimo Carlo Andreoli che, checkando al flop con una mano fortissima, induce Minasi a suicidarsi con top pair senza kicker. Due coinflip condannano anche Iacopo Brandi, che prima fa raddoppiare il nittissimo Dubravko Bagic e poi viene eliminato da Andreoli.

Due mani consecutive rilanciano invece Carla, che vince un 60/40 contro Mitrentsov e poi un coinflip contro Anton Karasinskiy, che zitto zitto stava costruendo un grosso stack. In questa fase Dubravko Bagic, dopo essere stato “outplayato” da Carlo Andreoli, impazzisce e si mette a pushare una ventina di grandi bui con mani marginali, finché non viene snappato dallo stesso Andreoli con una premium hand che regge.

Yordan Mitrentsov alterna fasi di estrema aggressività a momenti di quasi assenza dal tavolo: Carla Solinas è bravissima a leggerlo, lo pesca nel “momento spewer” e con un coraggio davvero encomiabile chiama istantaneamente una sua 4-bet allin con KJ offsuit, indovinando perfettamente il timing perché il bulgaro ha pushato con una mano davvero marginale. Ci prova a risalire, Mitrentsov, ma per una volta la dea bendata non lo bacia, e un 80/20 contro l’altro straniero Karasynskiy gli va di traverso, lasciandolo con un buio e mezzo di cui si appropria Carlo Andreoli bustandolo.

La pausa cena mette evidentemente fame di raddoppio a Carlo Andreoli, che però commette uno dei pochi errori della serata giocandosi il torneo in una spewata preflop. Per sua sfortuna Carla Solinas, che ha capito tutto, lo chiama istantaneamente come aveva fatto con Mitrentsov, e anche stavolta la sua mano migliore regge fino al river, lasciandola testa a testa con Karasinskiy in un heads up dagli stack molto “deep”.

Carla parte in vantaggio ma il testa a testa non è a suo favore fin da subito: in un gioco fatto tutto di rilanci e fold preflop, lo slovacco si porta molto presto in vantaggio sorpassando la pro di GDpoker nel chipcount, che arriva addirittura a scendere fino a due milioni di chip contro i cinque di Karasinsky. In una giocata tutto sommato condivisibile visto il flow dell’heads up, Carla che stava faticosamente recuperando manda tutto il suo stack in 4bet con 5 6, per trovare sfortunatamente l’avversario pienissimo con la sua coppia di Nove in mano. Il board fila liscissimo e non c’è nulla da fare, close but no cigar, la picca ancora una volta scappa fuori dai confini italiani.

  1. Anton Karasinskiy – 140.000 €
  2. Carla Solinas – 74.000 €
  3. Carlo Andreoli – 46.000 €
  4. Yordan Mitrentsov – 37.000 €
  5. Dubravko Bagic – 29.400 €
  6. Iacopo Brandi – 23.900 €
  7. Alessandro Minasi – 18.300 €
  8. Brando Naspetti – 12.740 €

 


Prova l'incredibile esperienza di gioco della prima poker-room italiana: iscriviti a Pokerstars e ricevi il bonus del 100% sul tuo primo deposito fino a un massimo di 1000 euro!

Prova i ricchissimi tornei garantiti settimanali come il Sunday Special, o inizia a giocare i tornei freeroll gratuiti, o magari gioca cash allo Zoom Poker!

GIOCA SUBITO!

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari