Saturday, Oct. 21, 2017

Poker Live

Scritto da:

|

il 14 Mag 2012

|

con Like

Fabio Mauro vince il Re Mida Deep Challenge

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Fabio Mauro vince il Re Mida Deep Challenge

Area

Vuoi approfondire?

Si conclude questa terza tappa del Re Mida Deep Challenge targato Shark Events con la bella vittoria di Fabio Mauro dopo un’intensa giornata di poker che ha visto i 30 player in partenza oggi darsi battaglia fino a notte inoltrata. Cominciando dal principio inizia subito la girandola di eliminazioni che vede uscire presto il simpatico Massimiliano “Kappadipicche” Arnetoli, comunque contento per questa sua bandierina piazzata in quel di Nova Gorica.

Bui in aumento e short costretti ad entrare in azione per provare il recupero, così come per i mid stackes nel tentativo di costruirsi un buono stack per le fasi salienti. Ci prova anche Nicola D’Arrigo, già chipleader nel Day1a e che ha espresso un ottimo gioco in questa tre giorni di gara, purtroppo eliminato in uno spot dove parte avanti con il suo KK contro Giampaolo Simone con AJ. Un asso sul board però lo condanna alla prematura uscita con un pizzico di rammarico.

Piazzamento a premio anche per Mauro Ghisoni, che dopo i tanti risultati nei side event centra finalmente i premi anche in un Main Event degli eventi Shark. Premio doppiamente meritato visto che il buon Ghisoni è da sempre una delle colonne (anche di simpatia) di questo circuito. Fuori poco dopo anche Antonio Scalzi e proprio in prossimità del tavolo finale anche Enzo Pin, capace di piazzare comunque l’ennesima bandierina della sua lunga carriera.

Fabio Flachi uscendo in nona posizione, da virtualmente il via alla volata finale del Final Table televisivo, capitanato (almeno in chips) dall’ultimo sloveno rimasto in gara Njec Tomazic che parte davanti agli altri sette tra cui ben tre provenienti dalla toscana (prestazione di rilievo quella degli associati del Crazy Call che piazzano ben sei player a premio in questa tappa e i tre del final table).

Gara aperta nel finale, con quasi tutti molto vicini in chips. Tranne appunto Filippo Torrini dello show down di Parma  che lascia i giochi in ottava posizione (per lui seconda esperienza live e ottimo final table oltre che un meritato premio simpatia). Settima posizione invece per Michelangiolo Mannini, sempre tra i primi durante il torneo ma sfortunato nel “cooler” QQ vs JJ che lo condanna all’uscita.

La fase successiva vede un Fabio Mauro assoluto protagonista, prima salendo in vetta al chipcount, poi in una mano dove “grazia” Mattia Grisendi foldando una mano che ha lasciato tutti perplessi e poi con un incredibile scoppio (AK vs AQ) che condanna in sesta posizione lo sfortunato Diego Caserio. Ed è sempre Mauro poco dopo a consegnare il raddoppio nelle mani di Mattia ancora una volta in uno spot decisamente evitabile (buon per Grisendi anche questa volta che ringrazia e sale ai primi posti del count).

Il chipleader iniziale, lo sloveno Tomazic è la vittima seguente, ma poco dopo è proprio Mattia Grisendi ad abbandonare i giochi sempre in uno scontro contro Fabio Mauro che torna così in vetta al count. Il podio è così composto, ma sembra assolutamente la giornata giusta per Mauro visto che è sempre lui in carnefice di Marco Del Pino che si piazza sul terzo gradino del podio. L’HU vede partire Mauro con il triplo delle chips di Simone Giampaolo, ma la storia è lungi dal vedere scrivere la parola fine.

Dopo qualche mano infatti, la direzione dell’HU prende una svolta con il toscano che è nettamente in vantaggio sfruttando in pieno soprattutto la componente psicologica di uno stanco Mauro. Quando sembra essere giunto il momento di consegnare il premio, un river incredibile sposta di nuovo gli equilibri e consegna poco dopo la prima moneta e la vittoria di questa tappa a Mauro Fabio.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari