Sunday, Oct. 25, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 20 Set 2020

|

 

Com’è bella Las Vegas dall’alto: The Strat Hotel Casino and Skypod

Com’è bella Las Vegas dall’alto: The Strat Hotel Casino and Skypod

Area

Chi ha visitato Las Vegas fa solitamente fatica a dire una o al massimo due cose che gli sono rimaste impresse: si sa, Sin City è un calderone di emozioni e divertimenti, è fatica non citare almeno dieci cose da vedere o fare assolutamente, tra gioco, spettacoli, musica, eventi sportivi, food e architettura.

Quando si arriva a Las Vegas per la prima volta, però, tra le molteplici attrazioni, tra le mille luci, tra i diversi profili dello skyline, ci sono due elementi a spiccare per storicità e attrattiva e, neanche a farlo apposta, si trovano ai lati opposti della Strip: a sud, ad accoglierci dopo aver lasciato l’aeroporto McCarran, ci aspetta l’iconica insegna Welcome to Fabulous Las Vegas, meta immancabile per i mille scatti dei turisti; all’estremità nord del Las Vegas Boulevard South, la Strip appunto, si trova invece quello che era lo Stratosphere Hotel and Casino.

Addentriamoci, dunque, alla scoperta del più alto hotel di Las Vegas, The Strat, precedentemente noto come Stratosphere.

 

Dallo Stratosphere allo Strat, il mito si rinnova: The Strat Hotel Casino and Skypod

Inaugurato ufficialmente il 30 aprile del 1996, The Stratosphere, è certamente una delle icone più celebri della città simbolo del Nevada.

Sorge al 200 South Las Vegas Boulevard, nella parte nord: viene spesso considerato, infatti, il resort più settentrionale di tutta la Strip. Impossibile non notare l’edificio, comunque, che svetta con un’altezza di ben 350 metri: è la struttura più alta del Nevada, la torre di osservazione più alta degli Stati Uniti e la seconda più alta di tutto l’Emisfero Occidentale.

Per raggiungere la cima sono stati installati degli ascensori, considerati tra i più veloci del Mondo. Dal terrazzo sulla cima si può vedere un panorama per un raggio di 100 km, quando le condizioni meteo lo permettono, mentre all’interno è presente un ristorante girevole (non preoccupatevi, non è troppo veloce) che consente di gustare un’ottima cena godendo di un panorama davvero mozzafiato, che mostra a 360 gradi la città.

L’hotel si trova, invece, in un edificio separato, alto 24 piani, con più di 2400 camere e un’area dedicata al gioco e alle scommesse di più di 7000 metri quadrati.

Il progetto dello Stratosphere nasce dal volere di Bob Stupak, noto imprenditore e giocatore di poker, vincitore di un braccialetto alle World Series of Poker nel 1989 al torneo Deuce to Seven Lowball. La volontà di Stupak era quella di creare una torre altissima, oltre i 300 metri, ricoperta di insegne neon per il suo casinò chiamato “Vegas World”. Tra mille peripezie e tappe intermedie, è la notte del 29 aprile 1996 quella d’apertura dello Stratosphere Hotel and Casino per come lo conosciamo oggi.

Tra alti e bassi, lo Stratosphere nel 2017 cambia proprietà, dal momento che viene rilevato da Golden Entertainment, società che annuncia un ampio piano di rinnovamento atto a dare nuovo risalto all’hotel, al casinò e allo shopping, per evitare che i visitatori si limitino a salire sul terrazzo all’ultimo piano per godere delle attrazioni e del panorama.

Tra le innovazioni, quella più evidente è certamente il cambio del nome, avvenuto ufficialmente a inizio 2020: per i residenti lo Stratosphere è sempre stato semplicemente “The Strat“, va da sé che la scelta del rebranding sia caduta su un nome già comunemente in uso.

Tutto il progetto di riammodernamento verte sulla volontà della nuova proprietà di rendere l’esperienza del visitatore indimenticabile: sono stati creati punti appositi per invogliare il turista a scattare foto instagrammabili, per aumentare la notorietà e il potere mediatico dell’hotel. I colori interni vengono resi più vivaci e brillanti per dare un senso di spazio e luce maggiori, avvalorando il layout pensato come un open space. Sono stati aggiunti anche ristoranti, tra cui spiccano il McCall’s Heartland Grill e il Top of the World, e numerosi negozi.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il rapporto qualità prezzo, inoltre, è buono: servizi di qualità e camere rinnovate a circa settanta dollari a notte. Unico neo è la posizione, un po’ lontana dalle altre attrazioni della Strip.

 

Casino

Anche il casinò rientra nel piano di ammodernamento e restyling dello Strat: viene dato ulteriore spazio alla sala slot machine, oltre alle quasi 3000 già presenti nel oltre 7400 metri quadrati di spazio dedicato interamente al gioco. Sono presenti, poi, più di 50 giochi da tavolo, tra cui Baccarat, Big Six Wheel, Blackjack, Craps, High Card Flush, Pai Gow Poker e Roulette, con una puntata minima di circa 5 dollari, mentre per slot e video poker c’è solo l’imbarazzo della scelta, con puntate anche da un centesimo.

È presente una sala high limit per le slot mentre, pur essendoci una poker room, non è prevista una sala high stakes per i giocatori professionisti.

Il tema del casinò si ispira all’esibizione mondiale: è infatti diviso in tre sezioni, ognuna delle quali riprende un tema internazionale. Dopo il restyling del 2019 i colori vengono ulteriormente vivacizzati, dando nuova luce all’ambiente.

All’interno del casinò dello Strat è presente anche uno Sportsbook, dal 2019 gestito dal celebre bookmaker William Hill.

 

Have fun at The Strat

Il vero fiore all’occhiello dello Strat resta però il terrazzo in cima alla torre, lo Skypod, in cui sono presenti attrazioni davvero uniche: la vista che si può ammirare da 350 metri di altezza è davvero impagabile; cenare in un ristorante girevole è un’esperienza magica; per i più temerari c’è la possibilità di possibilità di divertirsi con giochi davvero adrenalinici. Parlando di questi ultimi, non possiamo non citare Insanity the Ride, un braccio meccanico che sospende nel vuoto i seggiolini su cui gli avventori si accomodano, X-Scream, una vettura su binari che viene sospesa nel vuoto, Big Shot, una torre che spara verso l’alto e verso il basso, facendo provare l’assenza di gravità, ma soprattutto Sky Jump, una discesa controllata stile bungee jumping da 260 metri di altezza. Sono una più emozionante dell’altra, e –per esperienza personale – suggeriamo di provare almeno una volta nella vita.

Per quanto concerne, invece, il Top Of the World, il momento migliore è certamente la cena, per poter degustare prelibati piatti e godere delle mille luci che costellano la city: un’esperienza unica e certamente romantica, vivamente consigliata per fare colpo sulla propria dolce metà.

Ma The Strat non è solo Skypod, c’è molto altro da vedere, anche senza raggiungere la vetta: Celestia, ad esempio, è uno spettacolo acrobatico che riporta il sapore autentico del circo, con tutte le sue stravaganze e particolarità, sulla Strip, immergendo lo spettatore in un turbinio di acrobazie, salti ed evoluzioni.

Per rinfrescarsi dalla calura tipica del deserto del Nevada, poi, non può mancare una visita al WET24 Adult Pool & Bar, una piscina per solo adulti, dove ci si può rilassare o ballare a ritmo dei Dj set più in voga.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari