Tuesday, Jul. 16, 2019

Scritto da:

|

il 7 Lug 2010

|

 

Sisal Poker Team Pro al Main Event 2010

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Sisal Poker Team Pro al Main Event 2010

Area

Li abbiamo seguiti in vari eventi di varie discipline, li abbiamo visti shotstack e deep.
Li abbiamo visti sedere al primo giorno del torneo e alzarsi dal final table.
Nonostante la miriade ti tornei e braccialetti che anticipano la chiusura delle World Series, il sipario calerà su ciò per cui i riflettori resteranno accesi fino al final table di Londra: il “Main Event”.

L’evento numero #57 è considerato il più importante delle World Series Of Poker, e non a caso ha il privilegio di calare il sipario dopo la lunga serie dei tornei considerati i più importanti del mondo. La variante giocata non poteva essere che la più diffusa e popolare: No Limit Texas Hold’em.

Questa competizione raccoglie migliaia di persone, il picco fu raggiunto nel 2005 quando a partecipare furono oltre 23.000 giocatori.

L’alta considerazione per il vincitore del braccialetto del mani event non poteva che essere giustificata da una struttura giovanilissima la quale permette ampi spazi di manovra e mosse tecniche.

Vista l’enorme partecipazione, il torneo è stato diviso in varie giornate.

La prima fase, quella del Day1, è spalmata in quattro giorni consecutivi: Day1A, Day1B, Day1C, Day1D, e ha inizio il cinque luglio.

Il nove luglio prende parte il Day2A, e il Day2B la seconda giornata.

Dal dodici luglio si giocherà il Day3, e poi ogni giorno la successiva giornata di torneo, fino ad arrivare al Day7 il 16 Luglio con 27 giocatori e il Day8 il 17 luglio, per gli ultimi rounders che andranno a comporre il tavolo finare da giocare a Londra nel mese di Novembre.

La portata del torneo è talmente grande da poter eclissare luci e ombre di tutti i tornei giocati, quindi sul palcoscenico gli occhi sono tutti per il main.

Sisal non ha mancato di schierare i suoi professionisti ai tavoli per ambire al braccialetto più conteso delle WSOP, e magari ottenere una foto formato gigante sulle pareti delle sale del Rio.

Giunto esclusivamente per il Main Event, è Paolo Giovannetti, professionista, fa parte del Sisal Team Pro.

Ha già partecipato a vari eventi delle WSOP correnti, invece, Gabriele “Galb” Lepore.

Il capitano del team, già vincitore di un braccialetto, Dario Alioto, avrà l’occasione per riscattarsi dal “momento no”.

A completare la squadra sono gli ultimi arrivati in villa: Andrea Piva ed Emanuele “Rebel” Marzano.

Las Vegas, dal nostro inviato Gianvito Rubino
IPC@WSOP2010 © Riproduzione vietata

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari