FTOPS 2011 – Il Main Event parla italiano con GIAMPP | Italiapokerclub

Saturday, Apr. 4, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 21 Feb 2011

|

 

FTOPS 2011 – Il Main Event parla italiano con GIAMPP

FTOPS 2011 – Il Main Event parla italiano con GIAMPP

Area

Successo strepitoso per il Main Event di chiusura delle Full Tilt Online Poker Series 2011: il primo evento di questa portata mai organizzato con la nuova formula del multi entry raccoglie 14,479 buy-in per un prizepool che schizza dai 3 milioni previsti a un totale di 8,687,400$ per una prima moneta da 1,326,000$.

24 ore di fila ci sono volute per andare a regalare un successo di grande rilievo al player “GIAMPP” che porta in Italia un altro trofeo importantissimo con una vittoria che assume un valore maggiore vista la caratura del suo ultimo avversario, Blair “blur5f6” Hinkle, player americano di indubbio valore già vincitore di un titolo WSOP nel 2008 e di oltre 800,000$ tra FT, PS e UB. 

Hanno partecipato il team Full Tilt PRO al gran completo e una lunga serie di giocatori professionisti da Isaac Baron a Roberto Romanello, Erica Schoenberg, Vitaly Lunkin, Gavin Smith, Claudio Rinaldi, i november nine Matt Jarvis, Joseph Cheong, Michael “The Grinder”Mizrachi e gli italiani Mario Adinolfi, Cristiano “crisbus” Guerra, Vito “invernomuto” Planeta, Tommaso “Toms2up” Briotti, Lorenzo “bovediroma” Sabato, Mauro Stivoli.

Si arriva al final table dopo circa 20 ore di gioco con il nostro GIAMPP davanti nel count inseguito da Hinkle e “WiLDmAn75”, l’italiano resta sempre tra gli stack più ricchi grazie a un gioco che mette in difficoltà gli altri e che dimostra un assoluto interesse di GIAMPP a cercare di inseguire le prime posizioni e i premi più ricchi.

Si susseguono le eliminazioni e nonostante alcuni provino a sondare la strada del deal i più ricchi preferiscono procedere oltre e rivalutare la situazione nelle fasi finali, nelle fasi decisive sale in cattedra “blur5f6” che prima elimina “WiLDmAn75”: rilancio da bottone di Hinkle con A-Q e push diretto per circa 16m dell’oppo con Q-10, un 10 al turn sembra presagire lo scoppio, ma un asso al river ristabilisce gli equilibri.

Subito dopo Hinkle si prende anche gli ultimi 5m di Nayza: un classico coinflip A-J di blur5f6 contro 9-9 di Nayza:

Rimasti in 3 si discute lungamente per trovare un accordo di split: Hinkle forte del suo monster stack richiede un minimo di 1,150K e gli altri due player faticano a mettersi d’accordo per splittare il resto; alla fine l’accordo probabilmente penalizza GIAMPP in favore del più short SirMad che strappa un premio da 805K contro gli 820 dell’italiano che ha uno stack doppio del suo.

Dopo il deal  ci vogliono pochissime mani per l’eliminazione di SirMad che viene punito proprio da GIAMPP in cui due vanno ai resti preflop:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

L’italiano GIAMPP va al testa a testa in leggero svantaggio, ma subito riesce a dare un duro colpo allo stack di Hinkle lasciandolo con le briciole quando chiude doppia e coppia e riesce a mettere ai resti blur5f6 che ha top-pair:

Il colp0 decisivo arriva solo due mani dopo con i due ai resti preflop e l’americano dominato da Q-J di GIAMPP che riesce a conquistarsi il titolo e altri 47K lasciati dopo il deal al vincitore:

Questo il payout finale:

1* GIAMPP $877,949.74
2* blur5f6 $1,162,949.74
3* SirMad $805,440.26
4 Nayza $451,744.80
5 WiLDmAn75 $321,433.80
6 J NOCK $230,216.10
7 425wedabest $165,060.60
8 beerocrat $121,623.60
9 Colonel Mustard $86,005.26

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari