Thursday, Jul. 7, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 8 Mar 2015

|

 

Mani live – Jackson Genovesi ‘riverato’ da un amatore: “Combo illeggibile, difficile passare il 3rd nuts!”

Mani live – Jackson Genovesi ‘riverato’ da un amatore: “Combo illeggibile, difficile passare il 3rd nuts!”

Area

Il Texas Hold’em non è fatto solo di carte e percentuali, numeri e combinazioni.

Specialmente il poker live raccoglie un insieme di sfumature davvero interessanti con personaggi, storie da raccontare, situazioni goliardiche e momenti di tensione davvero memorabili, dal momento che al tavolo da gioco si condensano debolezze e peculiarità dei giocatori.

Amatori o professionisti poco importa: ogni mano è una piccola battaglia che ciascuno cerca di vincere mettendo in campo le sue conoscenze, le sue abilità e nondimeno il suo istinto.

Assieme a Jackson Genovesi siamo andati ad analizzare uno spot ‘qualunque’ giocato in un torneo live contro un amatore, ma non per questo poco interessante o meno avvincente di una mano giocata tra le stelle del poker mondiale.

Apre un signore: per quel che so gioca abbastanza male con aperture semi-loose, ma al river, quando punta tanto, ce l’ha sempre’“.

I blind sono 1000/2000 e il nostro ‘hero’ in questo caso si trova con 8 6 da bottone e uno stack di oltre 150 BB da gestire:

Il signorotto apre da Utg+2 4500 chip, avendone 230.000 dietro. Io flatto in posizione e su flop 9[f ] 7 2 lui punta 12.000, ovvero una size ‘close to pot’. In questa situazione spesso ha overpair, a volte un progetto a colore migliore del mia e altre volte tanta aria. Io ho un ‘mostro’ tra le mani, però essendo contro un giocatore poco esperto c’è il rischio che rilanciando con l’intenzione di andare ai resti lui sia disposto realmente a chiamare 100 BB con JJ per esempio e se non vinco il flip rovino un torneo in cui sono in top 10. Decido quindi di chiamare e ‘outplayarlo’ non appena capisco bene cosa ha

Il turn è un 10, che regala a Jacskon una scala, ovvero ‘second nut’ visto che in questo momento il suo punto può essere battuto soltanto da un J – 8:

Lui al turn punta altre 24.000, io decido di rilanciare  fino a 58.000 per farlo ‘brokare’ con la presunta overpair che a questo punto dovrebbe realmente avere… ma lui chiama!

Una donna al river chiude il board consegnando al nostro protagonista ottime probabilità di portare a casa il piatto:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Al river perdo contro J-8 e K-J, trovandomi un bellissimo ‘3rd nut’ che mi fa tirare un sospiro di sollievo finché…il signore mi butta in faccia 100.000 chip. Qui entro’in the tank’ e provo a parlarci un attimo, ma per suo conto si limita a fare il vago con frasi come ‘ma che ne so io, conosco a malapena i punti del gioco!’ Un bel sorriso mi si stampa in faccia, ero sereno ma un piccolo dubbio comincia ad insinuarsi…proviamo a ragionare. Potrebbe avere QQ, oppure ha appena ‘overplayato’ una doppia come Q-10 o Q-9. Alla fine prendo coraggio e opto per questo ‘crying call’ sicuro del fatto che con J-8 avrebbe ‘shovato’ turn. Discorso analogo per K-J: che fa ‘potta’ K high al flop per poi andare in second barrel al turn con ‘double belly’ e chiamare il mio raise prendendo nut al river?

mano-genovesi-papero-ok

Alla fine Jackson chiama e arriva il momento dello showdown. Il signore gira K-J off per la scala nuts trovata al river, e commenta così la mano: “E vabbé, avevo pure il K di cuori no?

Insomma, il ‘monster pot’ da 400.000 chip finisce tra le mani dell’avversario che a quanto pare è un personaggio noto a tutti come ‘Il Papero’ per via di una papera gialla stampata sul card protector che utilizza nel corso dei tornei.

Una mano incredibilmente sfortunata per Jackson Genovesi, che alla fine di questo spot si è trovato suo malgrado a essere l’unico vero ‘Paperino’ della situazione.

 

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari