Saturday, Oct. 23, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 11 Mag 2016

|

 

Punto esclamativo di Stevanato sul dot com: “Ho vinto 23.000$ in una notte, ma tra poco sarò già a cliccare!”

Punto esclamativo di Stevanato sul dot com: “Ho vinto 23.000$ in una notte, ma tra poco sarò già a cliccare!”

Area

Vuoi approfondire?

Se a Raffaele Carnevale non è andata benissimo, visto che si è dovuto arrendere in semifinale all’evento heads-up High dello SCOOP, di umore ben diverso è Luca Stevanato, che nella notte ha brillato nel ‘Fat Tuesday’, mtt turbo da 215$ di PokerStars.com.

Il veneto è arrivato terzo, ma in virtù del deal, stretto a tre left, ha preso più soldi di tutti, ovvero 23.251 dollari.

Non ci siamo fatti sfuggire, quindi, l’occasione di sentirlo.

“Il torneo era uno dei più grossi della mia schedule – ci ha raccontato Luca – sul dot com gioco tutto fino ai 215$ di buy-in, qualche mtt da 1.000$ lo faccio se mi qualifico attraverso i satelliti. Certe volte capita che spenda più per qualificarmi, senza riuscirci, che se avessi pagato direttamente l’iscrizione (ride). Quello di stanotte era un turbo (livelli da 6 minuti), dunque è girato tutto nel verso giusto. Al final table ho vinto un giga-pot in uno spot particolare, poi ho perso un 70/30 da tutte le chips in gioco a cinque left… in questi mtt si danno e si prendono”.

fat

Le fasi finali di un evento dal buy-in non propriamente popolare, sul dot com, sono solitamente dense di action, ma Stevanato ormai sa come affrontare al meglio il field ‘straniero’.

“Tendono sempre a mettere pressione e soprattutto tra big stack. Si prendono tutti i marginali possibili e a volte l’icm è solo una cosa in più. In questo torneo, pur essendo un turbo, l’average stack è sempre stato attorno ai 25/30 blind prima del final table. Io ho sempre navigato intorno ai 50 blind, ho avuto la fortuna di essere in posizione contro i più ‘malati’, così ho potuto gestire bene la situazione. Il punto it lo sto quasi quittando del tutto, spero per sempre, quindi la late stage là non la gioco da un bel po’. Ormai non ho più info su nessun regular, vecchio o nuovo che sia…”.

Sul dot com i montepremi sono da capogiro, quindi si può vincere tantissimo in una sola notte, ma subire downswing davvero mortali, a cui non è semplicissimo fare il callo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Un colpo sul dot com può spostare anche un anno di grinding o più, perciò bisogna calarsi nella parte e stare il più possibile sereni. Sotto questo punto di vista credo di essermi adattato abbastanza bene. Le ossa ce le facciamo dopo un botto di decimi/dodicesimi posti. Ieri ho optato per il deal perché in quella situazione non ero troppo confident, sia per un periodo in generale non proprio roseo sia perché ero al final table del NOS francese e avevo un’altra late stage al 109$ dello SCOOP. Poi su uno dei miei avversari avevo zero edge, con l’altro invece me la giocavo, ma in quella situazione c’era troppa differenza tra i 16.000$ del terzo e i 30.000$ del primo. In un turbo con 30 blind ciascuno, dunque, ho preferito optare per un accordo…”.

Dello SCOOP Stevanato giocherà praticamente tutti gli eventi di no limit hold’em low e medium e, nonostante il freschissimo successo, già stasera sarà a cliccare imperterrito alla ricerca dell’orologio.

“23.000 dollari sono tanti soldi, purtroppo però per l’abi che gioco e lo spending che ho sono meno di quelli che sembrano. In più mi manca ancora qualcosa per fare breakeven overall. Tra poche ore, quindi, mi schiererò come se nulla fosse successo (ride). Quando giocavo sul punto it, ovviamente, vincendo una cifra del genere mi sarei fermato almeno dieci giorni, adesso se shottassi almeno 100.000$ allo SCOOP magari mi rilasserei un po’…ma solo tra due settimane, al termine dei campionati primaverili!”.

Infine abbiamo chiesto a Luca cosa abbiano in più rispetto ai buoni professionisti i top player internazionali, gente come Schwartz, Obst, Deeb e Anderson, pluri-vincitori in carriera di titoli SCOOP.

“Hanno più soldi di noi, quindi se hai più soldi hai anche più braccio. E loro ce l’hanno bello grosso! Sei più spensierato e puoi comprare il biglietto della lotteria ogni volta che vuoi, di certo io non posso vincerlo un evento dello SCOOP High dato che non posso acquistare neanche un biglietto. Indubbio poi che abbiano più skill, ma quelle vengono di conseguenza quando giochi certi tipi di mtt con costanza. E se sei arrivato a giocarli con costanza, significa che skill ne hai, run o non run. In sostanza tutto gira intorno ai soldi… complimenti a loro che hanno avuto l’abilità e la possibilità nel passato di arrivare a certi livelli”.

 

Foto di: Pagano Events

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari