Tuesday, Feb. 18, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 3 Mar 2017

|

 

Parola all’avvocato De Feo: “Nei tornei KO anche i migliori regular commettono errori grossolani sui flat”

Parola all’avvocato De Feo: “Nei tornei KO anche i migliori regular commettono errori grossolani sui flat”

Area

Vuoi approfondire?

Lo abbiamo sentito poco prima di una nuova sessione, che comincerà con un fresco successo alle spalle che fa più morale che bankroll.

L’avvocato di Gragnano Daniele ‘danieledefeo’ De Feo è comunque decisamente raggiante perché ha vinto il Full KO da 30€ di PokerStars, formula che sta studiando in questo periodo con particolare dedizione.

“Con Simone Speranza stiamo facendo un gran lavoro – ci ha raccontato Danieleche riguarda gli mtt KO, specialità in cui anche i migliori regular del punto it commettono grossi errori soprattutto sui flat. Non sto qua a far nomi, ma vedo fare delle cose tutt’altro che belle e profittevoli”.

Il rapporto con ‘spera91’, tra l’altro, si è intensificato in un periodo di badrun che ha colpito De Feo, il quale, da pokerista razionale qual è, ha chiesto aiuto per superare il momento di impasse.

“Non riuscivo a venirne a capo, ma invece di whinare o piangermi addosso, cosa che un po’ ammetto di aver fatto in privato con amici, ho intensificato il coaching con Simone per vedere dove stavo sbagliando e qualcosa, seppur non di clamoroso, è venuto fuori. Mi ha aiutato tanto anche per quanto concerne il mindset, lui infatti è un ragazzo che non tilta mai. Da grande, insomma, vorrei essere Speranza (ride)“.

Non ci ha chiaramente svelato i dettagli dello studio specifico sui tornei KO, ma i due stanno lavorando su qualcosa di ben preciso.

“Mi sono messo in testa di voler migliorare nel postflop, aspetto in cui avevo e ho i maggiori leak. Ho idea in futuro, tra l’altro, di dedicarmi un po’ anche al cash game, dunque rinforzare questa parte del gioco è di vitale importanza per fare bene ovunque…”.

Il lavoro che sta facendo in questo periodo, poi, è funzionale per il probabile prossimo avvento della liquidità condivisa, novità che spaventa non poco il grinder campano.

“Sono terrorizzato. I range saranno totalmente differenti da quelli italiani, la varianza enorme e ci saranno molti più regular capaci. Ci sarà da rivedere l’abi e il bankroll, mentre ho la sensazione che chi non studierà a sufficienza andrà incontro a enormi difficoltà, delle quali neppure si rende conto. Già adesso, ad esempio, vado a sbirciare qualche forum straniero per vedere come giocano alcune mani. I reg medi, quelli non eccellenti del punto it, rischiano dunque di soccombere e dovranno o tirarsi su le maniche o mollare il giochino. La preparazione tecnica troppo spesso infatti viene sottovalutata. Vincere un torneo sarà molto più difficile e toccherà abituarsi a stare anche mesi non provando questa piacevole sensazione”. 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari