Wednesday, May. 29, 2024

Storie

Scritto da:

|

il 10 Apr 2024

|

 

Cosa ha detto Daniele ‘Canelupo96’ Venditti dopo il secondo posto al Sunday Million Mystery Bounty

Cosa ha detto Daniele ‘Canelupo96’ Venditti dopo il secondo posto al Sunday Million Mystery Bounty

Area

Vuoi approfondire?

La gioia di un grande premio al Sunday Million è indescrivibile: firmato ‘Canelupo96’.

Dopo il secondo posto di ieri mattina, il regular Daniele Venditti ha raccontato ai colleghi di AssoPoker il suo torneo da un milione garantito, concluso con un deal a cinque.

Il 28enne romano non ha avuto troppi problemi a riconoscere il ruolo avuto dalla run nel suo argento (guarda il replay del tavolo finale).

 

Le ‘spitate’ per le taglie misteriose

Dopo un day 1 senza spot difficili, al day 2 del grande torneo di PokerStars ‘Canelupo96’ si è trovato a spingere sull’acceleratore qualche combo draw. Una volta scoppiata la bolla premi, complice anche lo stack corposo, ha cercato di fare incetta di taglie misteriose, con sorti alterne.

“Verso i 60 left poi è uscita la taglia più grande da 50.000€ e la situazione dei bounties si è fatta più tranquilla. Visto che tutte le taglie più grandi erano già state distribuite, ho iniziato a giocare il torneo come fosse un normale ICM. Se ho fatto qualche spite-call è stato solo nella fase iniziale delle taglie misteriose”.

Quando il torneo è arrivato a 30 left, poi, Daniele ha avuto un eccezionale rush di carte, vedendo tre volte coppia di assi e due volte coppia di re.

 

Il raddoppio al tavolo finale

Al tavolo finale è arrivato emozionato, con il quarto stack in gioco. Gli avversari erano tutti sconosciuti. Daniele si è accorciato fino a trovarsi con 17bb, poi è arrivato il provvidenziale raddoppio.

“Il ragazzo che ha vinto il torneo ha openlimpato ATo da utg+1, io da big blind ho shovato 17x AQ, lui ha chiamato e sono salito a 35bb di stack. Fino al deal questa è stata la mano del tavolo finale che più ha cambiato il gioco, per il resto è stato veramente tutto standard. Io credo di aver overfoldato alcuni spot perché gli avversari erano molto aggressivi”.

 

Anatomia di un deal

Anche per gli avversari, per Daniele è stato naturale accettare l’accordo a cinque:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Abbiamo impiegato venti minuti a chiuderlo perché c’era chi non sapeva come fare a livello pratico. Io con 52x di stack avevo due avversari più deep e due più short. Il quinto posto da payout pagava 18.000€ e con il deal mi sono assicurato un premio più alto del terzo. In queste situazioni, in cui ti trovi a giocare contro avversari aggressivi su cui non hai informazioni, penso che il deal sia sempre una buona soluzione”.

 

Un heads-up preso sottogamba

Il deal secco per ICM, senza alcun premio per il vincitore, ha un po’ alterato le dinamiche della partita. Ad esempio Daniele riconosce di aver affrontato l’heads-up con leggerezza:

“Al testa a testa non sono stato a ragionare più di tanto perché non c’erano premi in ballo se non la gloria del titolo. In realtà ero convinto di aver già sbloccato il badge Sunday Million una volta raggiunto il tavolo finale, solo dopo ho scoperto che solamente il vincitore lo può sfoggiare. Lo avessi saputo prima magari avrei affrontato il testa a testa con più focus”.

E neanche a dire che Daniele accampi l’orario come scusa e/o attenuante:

“Sono abituato a tirare tardi la notte, avevo tanta adrenalina in circolo: restare sveglio fino all’ultimo showdown non è stato un problema”.

 

Nessun festeggiamento

Daniele non ha esultato in alcun modo, né al momento del deal né dopo l’ultimo showdown, quando la scritta su schermo si è congratulata con lui per i 45 mila euro vinti. Neanche festeggerà in modo propriamente detto:

“Mi prenderò un paio di giorni per stare in tranquillità con i miei cari, al più farò un viaggio con la mia fidanzata Giorgia.”

Dopo questo secondo posto la sua vita non cambierà neanche per quanto riguarda le abitudini pokeristiche:

“Continuerò a giocare abi30, degli amici mi hanno proposti di trasferirmi a Malta per giocare punto com ma al momento non ho intenzione di farlo perché sentirei troppo la lontananza da casa”.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari