Tuesday, Jul. 27, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 29 Feb 2012

|

 

Cristiano Guerra: un High Roller e una causa legale!

Cristiano Guerra: un High Roller e una causa legale!

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Cristiano Guerra, membro del Team Pro di Sisal Poker, ormai è un “ospite fisso” qui su ItaliaPokerClub. Il grinder romano infatti è sempre uno dei player più attivi nel mondo del poker, sia nel gioco, sia in molte attività fuori dai tavoli. In questo ultimo periodo abbiamo sentito molto parlare di lui, sia per la recentissima vittoria al Grand Night High Roller di “casa”, sia per quanto riguarda la causa legale da lui intentata per rispondere ai servizi diffamatori dei telegiornali Rai. Lo abbiamo intervistato insieme al suo avvocato Max Rosa: leggete cosa ci raccontano!

Ciao Cristiano, bentornato su IPC. Partiamo con le buone notizie: raccontaci del Grand Night High Roller di domenica scorsa!

E’ stato un torneo abbastanza difficile, perché si tratta di un MTT da 250 euro di buy in e conseguentemente, nonostante il numero non elevato di player che solitamente vi partecipano, si tratta comunque di un field duro. Ovviamente quando un torneo si vince non può che essere andato nel modo migliore! Sono arrivato al final table con un buono stack e nonostante ci fossero player molto forti, sono riuscito a spuntarla e a portarmi a casa il primo premio di ben 6000 euro. Per un giocatore sponsorizzato fare uno “shippo” sulla room che ti sponsorizza ha sempre un gusto particolare! Era da un po’ che ci provavo e c’ero andato molto vicino… guarda infatti, su SharkScope, i risultati in MTT degli ultimi 7 giorni su Ipoker!

448427301   27-Feb-12  22:00   NL Holdem    €225 55/64 -€250
448428141   27-Feb-12  21:00   NL Holdem    €90 200/222 -€100
448253871   26-Feb-12  22:00   NL Holdem    €225 1/73 €5,750
448428671   26-Feb-12  19:00   NL Holdem    €90 372/499 -€100
447729061   23-Feb-12  22:00   NL Holdem    €180 4/50 €900
447882311   23-Feb-12  21:00   NL Holdem    €44.50 265/268 -€50
448253351   22-Feb-12  22:00   NL Holdem    €135 2/56 €1,437.60
447248971   20-Feb-12  22:00   NL Holdem    €225 2/56 €2,900
447730671   20-Feb-12  21:00   NL Holdem    €90 100/217 -€100
447247321   19-Feb-12  19:00   NL Holdem    €90 13/523 €375

Ero riuscito, dopo un 13° posto al Gran Domenica della scorsa settimana, ad arrivare due volte al secondo posto e addirittura perdendo un HU dove eravamo rimasti a bui 1/2k io 600.000 e il mio oppo a 20.000… perciò diciamo che avevo un po’ l’amaro in bocca per non aver capitalizzato al meglio le chance che mi si erano presentate. Per fortuna, invece, questa volta sono riuscito ad ottenere l’unica posizione che dà veramente soddisfazione!

Passiamo invece ai temi più “seri”: parlaci dell’azione legale a cui hai dato il via.

Il tutto iniziò qualche mese fa quando venni a conoscenza di un servizio della Rai nel TG1 dove in pratica si parlava di una “vincita di 6 milioni di euro” di un player su una poker room non AAMS il quale era diventato, secondo i giornalisti, un cittadino svizzero ed era un evasore. Durante questo servizio con una connotazione totalmente negativa del poker passava uno spezzone di una mia intervista rilasciata a Repubblica.it tre anni fa dove sono “oscurato” in maniera ridicola e la mia voce non viene alterata.

A seguito di tale servizio sono stato contattato da molte persone per sapere cosa stesse succedendo e se andava tutto bene, addirittura mi chiamò una amica del liceo che mi aveva riconosciuto… Questo per farvi capire quanto “magistralmente” sia stato fatto l’oscuramento della mia immagine. Come se non bastasse il giorno seguente andò in onda sul TG2 un servizio sul gioco d’azzardo patologico e sui giocatori che “dilapidano patrimoni” e “rovinano le loro famiglie” nel quale passa nuovamente lo stesso spezzone del giorno precedente.

Alla luce di questo, dopo essermi consultato con il mio avvocato Max Rosa, ho provato a contattare gli ideatori dei suddetti servizi, cercando di concludere la storia “alla buona” con una lettera di diffida nella quale chiedevo semplicemente che fossero rettificati i servizi e mi venissero fatte le dovute scuse. Non avendo avuto una risposta di nessun tipo, mi sono visto a procedere per vie legali depositando stavolta un esposto querela.

Purtroppo troppo volte è capitato sia a me in prima persona, sia ad altri colleghi, di venir strumentalizzati o comunque denigrati dai media che parlando di qualcosa sinceramente non conoscono affatto. Addirittura nei servizi si parla del poker come un‘attività “illegale” in mano a Cosa Nostra, ‘ndrangheta, Camorra… mettendo in sovraimpressione le immagini di poker room con tanto di concessione AAMS. Inoltre parlano di cifre “milionarie” mandando in onda spezzoni di stack “milionari” di tornei  dove le chips non hanno nessun valore reale, come se vedere il nick ” Paperino” con 8milioni di chips, significasse che tale giocatore stesse vincendo tale cifra.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Insomma mi sono sono sentito in dovere di far qualcosa contro questo sistema che purtroppo non è obiettivo e tanto meno competente, con giornalisti che azzardano servizi non veritieri e che alterando e distorcono la realtà come fa più comodo per fare “notizia”. Credo che agendo in questa maniera io abbia preso non soltanto le difese della mia immagine, ma anche di tutte quei giocatori di Poker che sono stati, che sono e che saranno vittime dei Media.

Lascio la parola al mio avvocato Max Rosa, che è anche un Poker Player in prima persona, per ulteriori ragguagli tecnici.

Max Rosa

Avv. Max Rosa: “Insieme al mio cliente abbiamo depositato un esposto querela alle autorità competenti, chiedendo che si proceda penalmente per vagliare le ipotesi di reato di diffamazione a mezzo stampa e, secondariamente, di acquisizione e utilizzo di materiale multimediale riservato. Abbiamo indicato come primi responsabili i due giornalisti che hanno firmato i servizi e in concorso di reato, come prevede la legge, il direttore e/o vicedirettore della testata, nonché l’editore.

La definizione di “diffamazione a mezzo stampa” è quella di una lesione dell’onore, del decoro e della reputazione di una persona, condizioni che a mio parere in questo caso sussistono. Solitamente questa ipotesi di reato viene formulata quando i giornalisti non vagliano bene le fonti utilizzate, pubblicando notizie non vere; in questo caso, però, non c’è stato un errore di valutazione, ma una deliberata strumentalizzazione dei contenuti. Il servizio originale di Repubblica parlava del mestiere del Professional Poker Player in modo neutro e cronistico, mentre lo spezzone che riguarda Cristiano è stato inserito in altri servizi che hanno forte connotazione negativa.

In questo spezzone, benché parzialmente censurato, è perfettamente riconoscibile la figura di Cristiano, che è testimonial di Sisal Matchpoint, poker room che opera con regolare concessione AAMS e che non ha nulla a che vedere con il gioco d’azzardo illegale e l’evasione fiscale di cui si parla nel primo servizio; Cristiano stesso è poi l’emblema di una figura che ha fatto del poker una professione profittevolmente lucrativa, l’esatto opposto dei casi di gioco d’azzardo patologico di cui parla il secondo servizio.”

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari