Friday, May. 24, 2019

Strumenti

Scritto da:

|

il 14 Apr 2010

|

 

Guida a Leak Buster di Holdem Manager

Area

Vuoi approfondire?

Leak Buster è una espansione del noto software di analisi Hold’em Manager. Il nome stesso Leak Buster richiama lo scopo primario del programma: eliminare le perdite e gli errori aumentando così le vincite. Scrivo questa breve introduzione perché, pochi mesi fa, incuriosito dal nome e dalla descrizione fornita sul sito ufficiale ho deciso di acquistarlo.

Dopo averlo provato, testato ed utilizzato l’ho reputato veramente un programma ben fatto ed estremamente utile per tutti. Utile ai giocatori alle prime armi per imparare, monitorarsi e migliorare; utile ai professionisti per individuare leak altrimenti invisibili e massimizzare i profitti.

Come funziona

Innanzitutto è indispensabile dire che LB funziona solamente con il cash-game, anche se la casa produttrice promette una prossima release per i SnG. LB è calibrato sul field, ovvero è costruito sull’analisi di migliaia di giocatori e milioni di mani giocate, differenziate per limite.

Da questa analisi LB identifica i range ottimali di tutti i parametri di gioco (es. Vpip%, PFR, C-bet%, ecc.) sui giocatori vincenti (al limite prescelto) e li confronta con i vostri. In poche parole, LB identifica il profilo perfetto del giocatore vincente segnalandovi in cosa questo profilo differisca da voi.

Inoltre, laddove si presenti un leak LB vi offrirà del materiale didattico per eliminare il problema in questione.
E’ ragionevole dunque immaginare LB come un vero e proprio “coach virtuale” in grado di studiare come giocate e indicarvi le giuste strategie di miglioramento, con il valore aggiunto della dinamicità di adattamento al limite.

Come si presenta

LB è configurato su 9 schermate principali: setup, main page, position, trouble hands, 3-bet, filters, biggest loss, opponents, hud (e’ abbastanza intuitivo dai titoli capire quali funzioni esse presentino).Ognuna di queste ha ovviamente decine di opzioni di analisi che possono essere visualizzate in maniera “friendly” o “advanced” a seconda del dettaglio che si desidera.

Con LB potrete dunque, con pochi click, trovare subito tutti i vostri leak: range errati, difetti di gioco sulle varie posizioni, gestione delle mani problematiche, opponents ostici, ecc. Tutto questo sarà supportato da statistiche e risultati, e senza dover settare complicati filtri.
Contributi audio-video, tabelle, e file pdf saranno di volta in volta disponibili per guidarvi all’elimazione dei leak individuati, alla configurazione ottimale dell’HUD, all’utilizzo dei filtri, e molto altro.

Un esempio

Decidiamo ad esempio di voler analizzare la nostra aggressività. Una volta aperto il software ci verrà subito richiesto quale limite e che tipo di tavolo (full o 6max) vogliamo importare. Decidiamo di analizzare i fullring al nl25.
Una volta selezionata l’opzione desiderata, sulla main-page comparirà una tabella con i principali 34 parametri di analisi.

Su una colonna troveremo i nostri valori e su quella adiacente i range ottimali. Qualora i nostri valori differiscano da quelli suggeriti, un indicatore a forma di fiammella rossa, più o meno grande a seconda della gravità, comparirà sulle righe in questione; subito a destra troveremo anche una valutazione numerica (voto da 0 a 10).

Su questa schermata, tra i tanti, individuiamo i parametri di agg% per ciascuna streets. Ipotizziamo che LB ci segnali che siamo poco aggressivi, ma solamente sul flop. Sulla destra comparirà un contributo che spiega come giocare sul flop. Spostandoci poi sulla pagina “postition” scopriamo, ad esempio, che siamo poco aggressivi sul flop, ma solamente da EP e da SB.

Andiamo a selezionare la funzione “advanced” e scopriremo subito se il problema sia dovuto alle poche c-bet che non amiamo fare OOP, oppure ai troppi fold che facciamo ad un raise, ecc.
LB, in una finestra che comparirà in basso, ci riporterà in poche righe un riassunto di cosa stiamo sbagliando e cosa fare per migliorarci; offrirà inoltre un filtro preimpostato che ci segnalerà quanto abbiamo perso in $ negli spot in questione, ed un veloce link alle relative Hands History.

Sarà inoltre molto semplice scoprire se questo errore sia legato o meno a specifiche Starting Hands e/o a determinate situazioni di gioco preflop (es. un solo caller, più caller, 1 limp + 1 raise, caller IP o OOP, ecc) con un semplice click.

In pochi secondi abbiamo dunque scoperto che (sempre a titolo esemplificativo):

  • perdiamo $ quando, da EP abbiamo JJ-QQ e sul flop appare una overcard perché C-bettiamo troppe poche volte
  • perdiamo da SB con varie Starting Hands perché c-bettiamo troppo poco e se subiamo un raise chiamiamo troppo spesso e 4bettiamo troppo raramente.

Dunque, già applicando un semplice procedimento come quello appena visto, abbiamo individuato un problema, l’abbiamo circoscritto e analizzato nel dettaglio, e siamo dunque pronti a sistemarlo e diventare ancora più vincenti!

GG

TomRight

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari