Sunday, Nov. 17, 2019

Scritto da:

|

il 4 Lug 2010

|

 

Francesca Fioretti all’Ante Up For Africa

Francesca Fioretti all’Ante Up For Africa

Area

Le World Series Of Poker di Las Vegas non sono solamente competizioni prettamente pokeristiche riservate a giocatori professionisti. E’ fondamentale partire da un presupposto di considerazione riguardo a cos’è il poker negli Stati Uniti: uno sport nazionale.

Non a caso oggi partirà un torneo di beneficenza chiamato “Ante Up For Africa“, dove si presuppone parte delle vincite avranno come destinazione un aiuto sociale al continente africano.  Fra le celebrità non poteva mancare una nostra porta bandiera, sponsorizzata da Sisal Poker: la bellissima Francesca Fioretti!

Al tavolo di questo torneo NLH dal buy in di 5000$ siederanno celebrità del mondo dello spettacolo e del poker: da una parte saranno presenti Don Cheadle, Ben Affleck, Matt Damon, Brad Garrett, Montel Williams, Ron Artest e Evander Holyfield. Per continuare poi con Annie Duke, Howard Lederer, Erik Seidel, Phil Gordon, Andy Bloch e Chris Ferguson: una vera costellazione all’interno delle sale del Rio.

Sfilata sul tappeto rosso e poi giù ai tavoli, chip alla mano, ad affrontare le stelle. La folla in attesa, macchine fotografiche alla mano, pronta ad immortalare gli highlander dei riflettori.

Dicevo, il poker è uno sport nazionale e come ogni sport che si rispetti è trattato con spirito patriottico, condividendo gioie e dolori dei propri connazionali.
Mi ha lasciato particolarmente colpito ciò che è successo al momento della premiazione di un giocatore americano vincitore di un braccialetto.

Parte l’inno americano e la maggior parte dei giocatori seduti ai tavoli si alza in piedi, mano sul cuore, a contemplare il proprio spirito patriottico.
Una scena inusuale per noi che nello stivale consideriamo il poker uno sport individuale e non nazionale.

La nostra Francesca siede al tavolo per Sisal Poker.

Non mancano le conversazioni e le risate, il clima è molto amichevole e il torneo diventa uno spettacolo al di fuori del poker, dove la gente assiste circondando i tavoli nel limite del possibile.
La nostra portabandiera si sente subito a suo agio con le star come lei; in foto manda la vasca sull’invito di David Alan Grier, che poi passa la mano lasciandogli il piatto; i due si scambiano il cinque.

Lascio Francesca con uno scatto bello, ma non rende come dal vivo.

Piva si siede, la Fioretti si alza

Andrea Piva è approdato il Day2 con 50.000 chip e oggi tenterà di accedere alle fasi più avanzate del torneo.
Andrea nasce come torneista, però proviene dall’online, dove per anni ha piazzato ottimi risultati negli MTT di svariate Poker Room.

Affacciarsi sul mondo live è stata per lui una scelta decisamente azzeccata, sin da subito sono risultati gli ITM e i tavoli finali dei circuiti nazionali; quest’anno tenterà il botto alle World Series Of Poker di Las Vegas, oggi al Day2 del torneo NL Hold’em da 2500$.

Andrea al momento è stabile, leggermente sopra i 50.000 quandi i bui sono 500/1000 e gli ante ammontano a 100 chip. Ci troviamo nel decimo livello di gioco, e sono in 296 ad essere ancora in corsa rispetto ai 1941 giocatori iscritti all’evento in questione.

Il chipleader è Thien Nguyen con più di 160.00 seguito da Isaac Baron 40.000 chip più in basso; leggermente sotto i 100.000 troviamo l’Italiano Gianluca Speranza.

Finita l’avventura invece per Francesca Fioretti.
La showgirl italiana rimasta corta ha adottato una strategia loose-aggressive, pushando un range di mani decisamente largo; la spavalderia è stata premiata e Francesca si è trovata fra i chipleader del torneo.
Purtroppo per lei, però, le carte ancora una volta hanno decretato la sua eliminazione: su un flop nullo Francesca, con asso dieci, chiama l’all’in di un altro chipleader che era in bluff totale con Jack-Sette; beffardo il turn, un Jack, e nessun asso al river.
Fortunatamente non tutti affrontano le bad beat sull’orlo del nervosismo, e Francesca ha lasciato il Rio firmando la sua presenza con un sorriso.

Dal nostro inviato a Las Vegas Gianvito Rubino

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari