Saturday, Sep. 21, 2019

Scritto da:

|

il 7 Nov 2010

|

 

Filippo Candio eliminato quarto al tavolo finale WSOP

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Filippo Candio eliminato quarto al tavolo finale WSOP

Area

Filippo Candio, il giocatore italiano al tavolo finale delle WSOP 2010, ha chiuso il suo torneo in quarta posizione per un premio di oltre 3 milioni di dollari. Grande prestazione comunque per Filippo che ci ha fatto sognare per una intera notte.

LAS VEGAS – Filippo Candio alza gli occhi al cielo. “Stavolta finisce qui” sussurra tra se e se dopo aver visto l’ultimo flop delle sue World Series of Poker 2010. K-Q di quadri per lui, A-3 di fiori per Joseph Cheong che ne ha chiamato il push per 17 bui dal big blind.

Flop A-7-2 con un solo quadri. Servirebbe ancora una volta un miracolo runner runner, come quello che a luglio Filippo trovò proprio Cheong con quel 5-7 contro i due assi dell’americano a metà day8. Pippo però non ci crede più. Ha già smesso di cantare dopo le prime tre vele. Turn 5. Drawing dead, è finita per davvero.

Filippo Candio è quarto, migliori italiano di sempre alle Wsop e nella money list di sempre grazie ai 3.092.545 dollari che si ripoterà a casa da questa trasferta americana.

CHIAMALE SE VUOI EMOZIONI Arrabbiato? Triste? Deluso? Nulla di tutto questo – sorride Pippo dopo l’eliminazione -. Come potrei esserlo dopo aver vinto 3 milioni di dollari. Siamo realisti ragazzi. E’ andata come doveva andare”.

Che Filippo fosse comunque contento di come stava andando, lo si era capito già nel break precedente all’eliminazione, quando aveva confidato: “Finora ho fatto davvero il massimo che potevo. Non avrei potuto fare di più. Sono stato proprio bravo”. Verissimo, “Drive On”.

Sei riuscito a fare meglio perfino di colui che nella fase centrale di questo tavolo finale era sembrato in grado di prendere il controllo della situazione: Michael “The Grinder” Mizrachi, out quinto per 2,3 milioni di dollari dopo oltre due ore e mezza di gioco five handed seguite all’eliminazione in settima posizione di John Dolan, 1,7 milioni di dollari alle casse.

TROPPO DURO E nonostante l’heads up finale sia programmato lunedì, tutto pare essersi già deciso stasera, quando Joseph Cheong, fino a quel momento dominatore assoluto del final table – parentesi firmata “Grinder” a parte – ha “spewato” tutte le sue chip “6bettando” all in A-7 off in guerra di bui contro Johnatan Duhamel, che però non si è fatto spaventare dallo scontro con l’altro chip leader chiamando con Q-Q il resto del rivale e vincendo così, su board bianchissimo, il più grande piatto della storia delle World Series of Poker.

Da cortissimo poi Cheong è stato eliminato dallo stesso Duhamel, che si presenterà con un vantaggio enorme, 190 milioni di chip contro 34 milioni, al testa a testa di lunedì contro John Racener. Certamente il giocatore, quest’ultimo, che meno di tutti gli ultimi cinque rimasti in gioco avrebbe meritato di giocarsi la chance, ancorché piccola, di contendere il titolo al canadese Duhamel.

Rudy Gaddo inviato a Las Vegas

Ecco i risultati fino ad ora, con 2 giocatori ancora in gara, ovvero Jonathan Duhamel e John Racener.

3 Joseph Cheong 4,130,049 $
4 Filippo Candio 3,092,545 $
5 Michael Mizrachi 2,332,992$
6 John Dolan 1,772,959$
7 Jason Senti PokerStars Sponsored Player 1,356,720$
8 Matthew Jarvis 1,045,743$
9 Soi Nguyen 811,823$

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari