Friday, Mar. 22, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 3 Ago 2011

|

 

Cash Game Online: pianificare una mano

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Cash Game Online: pianificare una mano

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Pianificare la mano è attività sicuramente più chiara per i giocatori di MTT rispetto a quelli di SNG. In qualunque categoria rientriate, tuttavia, se state per approcciare il cash game non potete non maneggiare con grande sapienza l’arte del planning di ogni singola mano che giochiate, se volete risultare giocatori vincenti.

Con “plan della mano” intendiamo la predeterminazione delle nostre azioni, possibilmente nella loro interezza, ancora prima di approcciare alla prima azione contro i nostri avversari, in modo tale da poter gestire, o almeno saperlo fare, l’intero sviluppo dell’action.

Iniziamo da un esempio grazie al quale andremo a stanare e risolvere un dubbio che spesso si sente esposto sui forum, prendendo come modello una mano abbastanza tipica:

NL100 – Hero apre 3€ da CO con 87-cc, Oppo calla da BTN.

Pot (7.5€) Flop: A65-hcc – Hero cbetta 5€, Oppo raisa a 15€, Hero 3betta a 45€, Oppo va all in e Hero va sul forum a chiedere cosa deve fare.

E’ un esempio che vale per tutti ed è stato scelto questo genere di mano di pura invenzione per spiegare al meglio un concetto chiave, ma si sarebbero potuti anche scegliere altri flop e altre hole cards. L’insegnamento è semplice: quando Hero decide di aprire da CO (se si ricorda il discorso sui range fatto in questo precedente articolo, sicuramente in questo caso il nostro sarà un range piuttosto wide), non può dubitare sul da farsi quando scende un flop amico come quello della nostra mano. Se decidete di giocare determinate carte, allora dovete perseverare nella vostra action strada facendo, senza avere, nel caso di cui sopra, la minima esitazione; ovviamente, Hero non può fare altro che chiamare.

Ora, cambiare idea nel corso dello svolgimento della mano non è mai una buona idea, a meno che non abbiate veramente un buon motivo per farlo. Non si sta parlando di fossilizzarci sulle nostre posizioni e perseguire con i paraocchi il piano originario, anche se la situazione tra flop, turn o river è peggiorata drammaticamente, ma non è neanche concesso immaginare di fare una determinata mossa, evidentemente decisiva nell’economia della mano, e susseguentemente dubitare delle nostre azioni e ritrovarsi in una situazione di impasse che paralizza il nostro think process.

Se siete principianti, senza dubbio è facile trovarsi in situazioni di dubbio, è naturale: per questo, quando non si sanno che pesci prendere, sempre meglio foldare e poi postare la mano sui forum o farla vedere ai coach. In spot molto complicati, foldare e chiedere è meglio che callare, perdere uno stack e poi chiedere, non fosse altro perché, quando si sbaglia, ma si vince, difficilmente si va a cercare commenti autorevoli sulla propria giocata.

Ciò che è determinante, però, è imparare a programmare appieno le nostre azioni future, in modo tale che eventuali cambiamenti di programma siano dipendenti unicamente dalla sfortuna di un river scalognato e non da errori di calcolo o altri dubbi esistenziali. Vediamo un altro esempio:

NL100 – Oppo (35€ davanti) apre 3€ da SB e Hero (100€, ovviamente, davanti) decide di 3bettare a 10€ con una mano che ritiene sufficientemente forte. L’action torna ad Oppo che pusha i suoi 32€ rimasti e Hero… Hero non sa che fare con la sua mano, perché non si sente tranquillo a chiamare dubitando che il proprio range sia messo bene contro quello dell’avversario, ma avendo già rilanciato per 10€ e dovendo callare per solo 22€ con odds invitanti, non vuole neanche foldare. Hero ci pensa tanto che il time bank si esaurisce e Oppo vince il piatto.

Ecco una situazione molto differente, ma anche qui ritroviamo stessa incertezza molto costosa per Hero, il quale quando 3betta contro Oppo con pochi big blids davanti, non può non sapere come agire in caso di all in dell’altro giocatore.

Pensate per bene a quello che state facendo e tenete sempre alta la concentrazione, cercando di guardare sempre un passo avanti ai vostri avversari!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari