Cash Game Online: le statistiche nell’HUD | Italiapokerclub

Tuesday, Mar. 31, 2020

Strumenti

Scritto da:

|

il 10 Ago 2011

|

 

Cash Game Online: le statistiche nell’HUD

Cash Game Online: le statistiche nell’HUD

Area

Vuoi approfondire?

Approfondito il discorso sulle statistiche principali, in particolar modo VPIP e PFR, e chiarita la necessità di utilizzare software di tracking per non perdere edge nei confronti dei nostri avversari, scendiamo ora nello specifico di quelle che dovrebbero essere le voci ottimali da riportare nell’HUD (HeadsUpDisplay) di Holdem Manager e di Poker Tracker per cogliere al volo le informazioni utili sui nostri avversari.

La configurazione dell’HUD è un’operazione semplice, ma molto personale. Ognuno di noi, infatti, andrà a scegliere la struttura che reputa più intuitiva e funzionale, alcuni inserendo nella tabella molte statistiche da poter consultare, altri preferendo una succinta raccolta di dati, da indagare con più attenzione solo schiacciando sopra i valori e facendo compatire un pop up a griglia contenente ogni elemento raccolto sugli altri giocatori.

Semplicemente scelte, non che una sia migliore di un’altra, ma forse prediligere un HUD scarno, ma efficiente sovraccarica meno la grafica del tavolo e agevola il multitabling, anche se si paga lo scotto di questa scelta nella forma del tempo eventuale che si perde quando l’analisi del nostro avversario richiede l’ispezione del pop up.

Oltre che nella forma, anche per quanto riguarda la selezione delle statistiche da riportare è abbastanza discrezionale, siccome alcuni potrebbero ritenere utile avere alcuni dati che altri tendono a non considerare. Vediamo quali sono, però, quelle voci ‘immancabili’ nel nostro HUD per avere quelle fondamenta di conoscenza necessarie, tali da consentirci di leggere il nostro avversario:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.
  • VPIP: Voluntary Put ($) into the pot – le volte in cui il nostro avversario mette volontariamente delle chip nel piatto, facendo un call o un raise
  • PFR: Preflop Raise – la percentuale di occasioni in cui Oppo entra in una mano rilanciando preflop (vedi qui per la relazione tra VPIP e PFR);
  • Cbet F: Flop Continuation Bet – percentuale di cbet di Oppo al flop (vedi qui per la definizione completa);
  • Fold to F Cbet: Fold alla Cbet – percentuale di cbet a cui Oppo folda;
  • 3bet: percentuale (totale) di 3bet di un giocatore;
  • Fold to 3bet: percentuale di fold quando un player viene 3bettato;
  • ATS: attempt to steal – volte in cui un giocatore prova a rubare i bui raisando da CO, BTN o SB;
  • Hands: numero di mani nel nostro database raccolte sull’avversario.

Le statistiche dei software di tracking sono centinaia, quindi sicuramente altre sono implementabili all’interno del nostro HUD e solo la conoscenza del gioco e l’esperienza possono farci giudicare l’utilità o l’inutilità di alcune di queste, ma tra quelle sopra elencate iniziamo a trovare un buon pool di stats dalle quali si possono attingere informazioni molto importanti per l’analisi di chi ci troviamo di fronte.

In particolar modo, è interessante soffermare la nostra attenzione sull’ultima, ovvero “hands”, perché non sempre viene utilizzata, rischiando di provocare gravi errori di valutazione: per conferire veridicità ad ogni valore, infatti, è necessario avere nel database un numero approssimativo di mani, tale da rendere i numeri espressi in percentuale abbastanza affidabili. Poniamo caso che di un avversario abbiamo solo 50 hands e sulla scorta di queste risulta che il VPIP è molto elevato e 3bet% è altrettanto ingente: inutile dilungarsi, ma sembra evidente che stats tarate su un sample size di mani troppo piccolo sono alterate da eventi come un buon rush di carte o un momento di card dead.

Quando osservate l’HUD, pertanto, sempre meglio dare un occhio prima alle mani raccolte fino a quel momento e successivamente alle altre statistiche, per non rischiare di prendere decisioni condizionate dalla disattenzione e nella fede cieca nei nostri dati, valutati “a compartimenti stagni”.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari