Monday, Aug. 10, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 8 Lug 2020

|

 

Evitare un cooler incredibile? Si può. Turyansky al Main Event WSOP 2015 [VIDEO]

Evitare un cooler incredibile? Si può. Turyansky al Main Event WSOP 2015 [VIDEO]

Area

Vuoi approfondire?

Tante volte capita, a noi giocatori di poker, di vivere dei colpi che definiamo “imparabili”, “scritti”, “che giocano da soli”: sono I cosiddetti “cooler”, che se a sfavore determinano un’uscita inevitabile dal torneo.

A volte, però, capita che alcuni giocatori riescano a sfiorare quello che sembra un finale annunciato. In questo caso, parliamo del tedesco Alexander Turyansky al Main Event WSOP 2015.

Uno spot davvero sick

Torniamo al 2015, ad un Main Event WSOP roseo per i colori azzurri, quello in cui Federico Butteroni approdò al tavolo finale.

Con questa mano (già nota a molti per la sua spettacolarità) siamo appena prima della composizione del final table: la situazione infatti è di 14 left, ed il prossimo ad uscire riceverà un premio di 411 mila dollari.

I bui sono 120k/240k ante 40k, e da middle position l’americano Justin Schwartz fa call con 3 3, col suo stack di poco superiore ai 10 milioni. Dietro a lui, Alexander Turyansky si trova con Q Q. Con una dote di 13 milioni in chips, rilancia a  650 mila. Sul bottone, il futuro campione del mondo Joe McKeehen con 6 6, dopo una lunga riflessione, cold-calla i 650 mila, dall’alto del suo enorme stack di circa 27 milioni .

Butteroni passa, Negreanu sul BB folda, Schwartz si trova con ottime odds per chiamare, cosa che infatti fa.

Il flop è da brividi: 2 3 6

La mano prende una dinamica incredibile: due set ed una overpair.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Schwartz fa check, Turyansky va in cbet per 700 mila,  McKeehen fa solo call. L’azione torna a Schwartz, che dopo qualche secondo va allin per i suoi restanti 9,5 milioni.

La parola torna a Turyansky, che chiede il count. Dopo qualche riflessione, il tedesco (clamorosamente) folda la sua coppia di donne, dietro a lui McKeehen snappa e conquista, dopo il turn 7 e il river 5, un piatto gigantesco che lo aiuterà nell’economia del torneo, dato che successivamente spadroneggerà e vincerà abbastanza comodamente il titolo, gestendo perfettamente il grande stack a disposizione.

Ma, al di là della spettacolarità della mano, i complimenti vanno fatti forse a Turyansky: sia Negreanu (che sentiamo dire “davvero non so se foldavo QQ lì”) che McKeehen (“ehi, il fatto che tu abbia foldato due donne mi fa andare veramente fuori di testa”) metaforicamente porgono al tedesco un grande applauso, per aver effettuato un fold molto difficile in un momento chiave del torneo.

E voi, date le circostanze e le premesse, come lo giudicate? Tralasciando il fatto che ci fossero due set, secondo voi è una decisione corretta?

Avreste foldato o chiamato al suo posto?

Ecco il video della spettacolare mano:

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari