Thursday, Jun. 20, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 5 Giu 2023

|

 

WSOP 2023: Sammartino avanza nel Freezeout, niente da fare per Kanit

WSOP 2023: Sammartino avanza nel Freezeout, niente da fare per Kanit

Area

Vuoi approfondire?

Rieccoci qua, pronti per il secondo report della mattinata dedicato alle WSOP di Las Vegas.

Tra i grandi protagonisti di queste ore nella città del Nevada c’erano anche i nostri Dario Sammartino e Mustapha Kanit. Movimentata è stata soprattutto la giornata di Kanit che sui social ha condiviso parecchia action. Nell’evento 12 Freezeout il nostro Kanit è stato bustato a pochi passi dalla bolla per poi trovare subito l’eliminazione anche nell’evento 11 Deepstack a causa di un cooler.

Così si è schierato negli eventi delle WSOP online insieme al suo compagno di stanza Walter Treccarichi e ad altri azzurri. Purtroppo dall’Italia non possiamo riferirvi tutti i dettagli di questi eventi online, ma ci rifacciamo con quelli live. Ecco tutta la cronaca per voi…

 

Evento #10: 13 left nel Dealers Choice

Si riparte da questo Day 2 che ha visto la bolla scoppiare a 21 left. Ben Yu è stato il player eliminato in quello sfortunato frangente per colpa di una mano di Razz contro Dustin Dirksen. In 19 sono arrivati quindi fino all’ultimo break da 10 minuti della giornata con Ryan Goindoo in cima al count forte del suo stack milionario. Poi si è consumato l’ultimo livello da 90 minuti. Robert Mizrachi ha chiuso 19° per 16.378 dollari di premio minimo.

Meglio di Goindoo ha fatto infine solo Chad Eveslage, già vincente nei giorni scorsi grazie all’evento 5 delle WSOP! Il gioco riprende alle ore 14:00 americane con 13 superstiti in questo Championship da 10mila dollari di buy-in. I premi han raggiunto quota 20.425 dollari. Il montepremi totale è milionario e in palio per il vincitore ci sono 311.428 dollaroni.

I 13 left di fine giornata

1 Chad Eveslage US 1,371,000
2 Ryan Goindoo TT 1,075,000
3 Zack Freeman US 988,000
4 Marco Johnson US 925,000
5 Jordan Siegel US 858,000
6 John Hennigan US 519,000
7 Mike Gorodinsky  US 496,000
8 Dustin Dirksen US 442,000
9 Paul Volpe US 340,000
10 Dutch Boyd US 256,000
11 James Obst AU 250,000
12 Ari Engel US 167,000
13 Scott Bohlman US 113,000

 

Evento #11: Hellmuth avanza nel Deepstack

Veniamo ai tornei iniziati proprio nella giornata del 4 giugno americano. Partiamo da questo Day 1 di un evento NL Deepstack schedulato su due giorni. Il buy-in è di 600 dollari e le chips di partenza per tutti erano 30.000. Dopo dodici livelli le iscrizioni si sono chiuse con 6.085 ingressi e 3.103.350 dollari nel montepremi. Sono stati 912 i posti ITM creati e 351.098 dollari costituiscono il valore del primo premio.

In mezzo all’action di giornata è durato pochissimo il nostro Kanit, come già detto, bustato in uno scontro tra monster hands. Dopo le ultime tre mani si è giunti alle buste. Si ripartirà con 318 left di buon mattino nella Silver Section dell’Horseshoe. Comanda nel count l’americano Kevin Daily. Impossibile non citare Phil Hellmuth con 665.000 di stack a caccia del 17° bracciale personale.

La top 10 dell’evento

1 Kevin Daily US 1,915,000
2 Garen Zobian US 1,780,000
3 Fabio Pinhodamaso PT 1,750,000
4 Chahn Jung US 1,700,000
5 Ryan Johnson US 1,535,000
6 Michael Souza US 1,500,000
7 Pat Nguyen US 1,440,000
8 Roberto Gordon US 1,425,000
9 Benjamin Teston US 1,420,000
10 Brian Chanley US 1,400,000

 

Evento #12: resiste Sammartino nel Freezeout

Ecco l’altro Day 1 di Las Vegas di cui vi dobbiamo riferire stamattina. Questo evento è spalmato su tre giorni e costa 5mila dollari. Si gioca a NL Hold’em in modalità Freezeout e con tavoli da otto persone. Anche qua c’erano 12 livelli utili per registrarsi e tutti avevano 50.000 gettoni di partenza. I numeri parlano di 735 ingressi per 3.381.000 dollari di montepremi. Sono 111 gli ITM generati e 649.550 i dollari della prima moneta

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Kanit è uscito troppo presto: a quanto pare si è giocato tutto con A-10 di picche su un flop 8-5-2 con doppio picche. Non una brutta situazione. L’avversario, però, con 5-5 aveva già settato. Turn A e river 10 hanno concesso una inutile e beffarda doppia coppia all’italiano. Tra i bustati sottolineiamo pure i nomi di Daniel Negreanu, Chance Kornuth e Alex Foxen.

Sono state chiamate dunque le ultime sei mani del Day e non abbiamo fatto in tempo ad assistere alla bolla. Dovrebbe scoppiare dunque poco dopo le 13 locali, orario di start del Day 2, visto che sono 148 i nomi superstiti. L’ucraino Artem Metalidi è tra i favoriti per arrivare in fondo con il suo stack da 796.000 pezzi. In fondo al count c’è invece Dario Sammartino con 48.000 in busta! Anche se short noi facciamo il tifo per lui che si è presentato a Vegas con la maglia del Napoli campione d’Italia. Vi lasciamo con la top dieci.

La top ten del Day 1

1 Artem Metalidi UA 796,000
2 Julio Delgado US 728,000
3 Adekunle Olonoh US 709,000
4 Ruan Zhuang US 597,000
5 Matthew Hunt GB 519,000
6 Michael Rodrigues Pires Santos PT 508,000
7 Masaya Hayami JP 505,000
8 Nathan Russler US 494,000
9 Andrew Ostapchenko US 486,000
10 Ben Heath GB 480,000

 

Online Event #2: braccialetto a Ian Matakis

Sono ripresi gli eventi online e c’è ancora l’Italia in gara. Ripartiamo dal NL Hold’em Bankroll Builder, evento da 500 dollari di buy-in. Il pugliese Davide “drogonzizi” Suriano a quanto risulta ha chiuso qui 27° per 3.146 dollari. Al final table si è arrivati con questi stack con diverse identità note:

Ian “IanMa” Matakis 7,154,691
“Deeznutz” 4,693,420
Joey “OnSpectrum” Weissman 3,993,662
Thomas “Pkrwarrior23” Rosa 3,913,424
“worldsgrtest” 2,819,402
Baruch “QQlove” Forst 2,438,128
Paul “plenkeit2” Lenkeit 2,169,517
Justin “MadTitan” Turner 1,947,756

I primi a cadere sono stati Joey Weissman (8°) e Justin Turner (7°). Paul Lenkeit ha salutato in quinta posizione in uno sfortunato colpo perso con K-Q contro K-2. Thomas Rosa ha chiuso terzo: la sua coppia di 9 non ha retto contro A-5 di Baruch Forst. Un asso al flop ha consegnato poco meno di 65mila dollari a Rosa. Così si è giunti allo scontro finale per il braccialetto tra Forst e Matakis. L’ha spuntata ‘IanMa’ per oltre 120mila dollari di buy-in.

 

Online Event #3: $1,000 NL Hold’em Deepstack

Raddoppiamo il buy-in in questo NL Hold’em Deepstack e andiamo ancora a caccia di italiani. Dario Sammartino qui è stato riportato dai blog ufficiali come Giuseppe ‘Sirio87’ Sammartino. C’era schieratissimo anche Kanit. Ma non troviamo loro traccia nei report finali di Las Vegas. Questo è stato il final table:

Ryan “dna2rna” Hughes 7,444,550
HavingFun 6,999,953
Zachary “Kings702” Grech 6,135,331
Shaun “fortnite” Deeb 3,086,706
Brian “BaulHardigan” Gates 2,993,812
Kyriakos “ikremoula” Papadopoulos 2,238,324
Aram “X69Podheiser” Zobian 710,453

Brian Gates ha salutato per primo in un flop contro Zobian. Zachary Greg ha fatto quarto, out dominato da Hughes. Aram Zobian si è fermato in terza piazza. Lo scatenato Ryan Hughes ha fatto fuori anche Shaun Deeb in seconda posizione ed è così andato a vincere! Nell’ultimissimo spot una coppietta 4-4 non ha tenuto contro 5-Q di Hughes. Una donna al turn è stata decisiva.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari