Sunday, Aug. 18, 2019

Strumenti

Scritto da:

|

il 3 Gen 2013

|

 

PokerItalia24 va su Sky: il parere di Erion Islamay e Flavio Ferrari Zumbini

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

PokerItalia24 va su Sky: il parere di Erion Islamay e Flavio Ferrari Zumbini

Area

Vuoi approfondire?

Dal 1° gennaio 2013 sul palinsesto del Digitale Terrestre non è più visibile il canale PokerItalia24.

Le trasmissioni terrestri stanno ancora temporaneamente continuando (previa risintonizzazione, sul canale 152 del digitale terrestre), ma è questione di poco tempo prima che lo switch-off sia completo e il canale televisivo dedicato al poker sia visibile soltanto al numero 222 del palinsesto Sky.

Una notizia che certamente non ha fatto piacere ai numerosi appassionati che ogni giorno seguivano le voci di Maurizio e Fabio Caressa insieme a Niccolò Caramatti, Riccardo Lacchinelli, Erion Islamay, Flavio Ferrari Zumbini e tutti i commentatori di PokerItalia24. Molti di coloro che oggi giocano a Texas Hold’em si sono avvicinati al poker proprio grazie a questo canale televisivo, trovato grazie al “passaparola” degli amici o casualmente nello “zapping”.

Abbiamo voluto approfondire le motivazioni, le conseguenze, i pro e i contro di questa decisione insieme a due delle voci più amate del canale: Erion Islamay e Flavio Ferrari Zumbini. Ecco il loro parere sul passaggio all’esclusiva Sky di PokerItalia24!

Flavio Ferrari Zumbini

Non sono informato sulle motivazioni che stanno a monte di questa decisione. E’ chiaro che dalla mia prospettiva, molto egoistica, posso dire che mi dispiace: mi farebbe piacere che il canale potesse entrare in più case italiane possibili, sia perché il poker è bello, tiene compagnia ed è divertente da guardare, sia per far avvicinare sempre più persone a questo gioco facendolo conoscere tramite la televisione.

C’è poco da fare: andare soltanto su Sky limiterà sicuramente l’audience. Io ad esempio non ho Sky, tanto per dirne una: magari lo farò in futuro per seguire il canale e per potermi rivedere e riascoltare, ma capisco che alcune persone possano avere poco interesse ad abbonarsi. Capisco anche che spostarsi solo su Sky possa comportare dei vantaggi per il canale, come le trasmissioni in HD e la pubblicità sulle altre reti del palinsesto: staremo a vedere!

Erion Islamay

Penso che sia una scelta dettata dalle leggi del mercato, che può comprendere soltanto chi sta dietro le quinte. Personalmente sono dispiaciuto perché PokerItalia24 è nata come una televisione accessibile a tutti, e credo che una buona parte del merito della diffusione del Texas Hold’em in Italia sia dovuta proprio a questa rete televisiva.

Perdere il 50%, forse anche il 60% del pubblico è una cosa che a me dispiace molto, ma spero che chi si è veramente affezionato riesca a trovare qualche altro modo per seguire il canale. Spero inoltre che in un futuro PokerItalia24 si possa attivare per offrire un servizio di streaming sul sito web, anche solo di contenuti selezionati: sarebbe stupendo.

Penso anche che se il boss, Maurizio Caressa, ha scelto di procedere su questa linea, significa che ci saranno delle belle sorprese per i telespettatori. Credo, anzi sono sicuro, che il 2013 sarà un grande anno per PokerItalia24. Avremo programmi in HD, format migliori sia dal punto di vista della qualità che dei contenuti: credo che sia proprio questo il motivo principale per cui è stata fatta questa scelta.

Ecco il parere di Gianluca Marcucci, Filippo Candio, Giorgia Tabet, Erion Islamay e Fabio Scepi in questa video intervista!

httpv://www.youtube.com/watch?v=HLog7grxnWI

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari