Wednesday, Feb. 28, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Mar 2013

|

 

WPT Venezia – Cash game con Max Pescatori, Liv Boeree, Jungleman e Phil Hellmuth!

WPT Venezia – Cash game con Max Pescatori, Liv Boeree, Jungleman e Phil Hellmuth!

Area

Vuoi approfondire?

Max Pescatori è stato l’uomo bolla del WPT Venice Grand Prix, uscendo in 22esima posizione con 21 player a premi.

Ma non è stato l’unico: un’altra illustre vittima delle bolle della Laguna è stato Phil Hellmuth. “Poker Brat” è uscito nella prima posizione non pagata del torneo High Roller, poi vinto da Daniel Cates a.k.a. Jungleman12.

Entrambi, ieri, hanno cercato un po’ di rivincita, e un po’ di “stiltare”, ad un tavolo cash game pluristellato che si è giocato a margine del main event WPT. Tra i protagonisti, anche lo stesso Jungleman con i 30.000 € dell’High Roller in tasca, nonché Liv Boeree, Pier Paolo Ruscalla, Francesco “Aggressivo” Nguyen e un paio di giocatori sconosciuti.

Al termine della partita Max Pescatori ne ha dato un “resoconto” su Facebook, che inizia in modo non troppo gentile:

Hit & Run è quando un giocatore si siede ad un cash game, vince qualche mano e si alza subito. Nel mondo del professionismo é considerato abbastanza sgarbato e purtroppo, con qualche attenuante, é capitato ieri al cash game a Venezia.”

Ma chi è stato questo “hit & runner” ai tavoli di Cà Vendramin? Per scoprirlo, leggiamo per intero il racconto di Max Pescatori:

Si capisce subito che é una partita con poca tensione. Diversi comprano per il minimo e l’azione é discreta ma non violenta come potreste pensare. Siamo a Venezia, per gli stranieri é come una bella vacanza. Phil e Liv perdono due mani importanti, entrambi contro due gutshot, e si consolano a vicenda mentre Nguyen sembra in ottima giornata.

Proprio lui mi fa perdere un grosso piatto con set di 9 mentre io, in una mano dove andavo per la scala riesco a fare top 2 (doppia massima). Maluccio come inizio. Poi arriva Jungleman e non è positivo. Ha appena vinto l’high roller (pochi entranti ma comunque vincendo 30k) e appena si siede riesce a fare nelle prime 2 mani set, set! +6k subito! Vorrei iniziare a chiamarlo JungleGalb, ma attendo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Poi chiaccherando con me, fa un fold al turn e vinco il mio primo piatto anche se il suo commento mi rovina il piatto. “Ho fatto un gran fold, penso” mi dice, e continua “questo perché ho visto una mano che hai giocato 5 anni fa contro David Benjamine”. Non benissimo, se questo si ricorda le mani di 5 anni fa non è incoraggiante. Era un HU importante, però che lui si ricordi di una mia mano, é un segno di un giocatore degno di Rain Man e che probabilmente gioca ad un livello veramente superiore alla media anche dei top pro.

Vero che, da un certo punto di vista, mi lusinga sapere che ha studiato come gioco. Poi mi chiede cosa avevo… Io? Figuratevi se glielo dico, poi se lo ricorda per sempre, meglio fargli restare il dubbio eterno. Dopo poche mani, busta Hellmuth. Non é un torneo, ma era giocato in modo simile. La bellissima Liv, inizia a scalpitare e non vede l’ora di andare al Pub con gli altri amici “inglesi”. Anche lei non resiste molto, ma prima della sua uscita Jungleman ne fa una delle sue.

Su piatto 3bettato da Nguyen su Ruscalla, si appoggia. Io da sb 77 mi appoggio anche io. Potevo cercare lo squeeze, ma pensavo per fare completo double up, mi serviva settare. Ruscalla chiama. 355 flop cbet di Nguyen io e Junglemen call e rimaniamo in tre. Turn 2. Io essendo nello sb, avevo giocato in attesa, e se andava tutto check, avrei considerato una grossa puntata al river per far passare 1010 di FN. Invece Francesco punta ancora e Junglemen chiama. Vabbé io passo, al river check dell’italo-vietnamita e Dan Cates manda il resto. E vi dico non era facile.

Dopo lunga pensata, passa Nguyen (JJ dice). E Jungleman vince altri 10k. Poi Liv perde il resto, un po’ a caso, ma era rimasta corta, Jungleman si alza dopo aver giocato solo un oretta (hit&run che vi dicevo all’inizio) e la partita sembra abbastanza finita. Si gioca ancora un oretta con i meno blasonati, ma io non riesco mai a mettere le mani in mezzo al tavolo.

Non avendo un chip count esatto evito di speculare esattamente sulle cifre, ma io, Liv e Hellmuth ed entrambi i giocatori rumeni abbiamo perso, mentre Ruscalla, Donato e Nguyen hanno fatto un piccolo profitto. Dan Cates, vinto molto bene. Alla fine non ho rimpianti di essere tornato a Venezia. Giocare con Hellmuth, Liv e Jungleman é stata un ottima esperienza nonostante la sconfitta. Degli altri in particolare mi ha impressionato Francesco Nguyen, che é riuscito a vincere ma anche a giocare forse il miglior poker al tavolo.

Phil ha tiltato? Non troppo perché lo era giá. Ha fatto bolla all’high roller.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari