Tuesday, Jan. 18, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 2 Lug 2013

|

 

“Le chips più sporche del mondo”

“Le chips più sporche del mondo”

Area

Vuoi approfondire?

LAS VEGAS – Come le banconote e tutti gli oggetti che passano di mano in mano, le chips non sono proprio la quintessenza di igiene e pulizia.

Capita, però, di incappare in chips davvero sporche, al punto che diventa quasi ripugnante il toccarle.

Questo ‘incontro ravvicinato’ è capitato ad Alessandro ‘jandro’ Sarro al Binion’s, lo storico casinò di Downtown Vegas che ha ospitato le Wsop dalla prima edizione del 1970 fino al 2005.

“Con Davide ‘sucre888’ Catalano, Matteo ‘Recole’ Colantoni e Gigi ‘Gics88’ Curreli, qualche giorno fa siamo andati a giocare il main event delle Binion’s Series, un torneo con una struttura bellissima, stack di partenza 30 mila chips e bui a salire ogni ora – dice Sarro – Il Binion’s, poi, è un Casinò davvero fantastico, con quella sua atmosfera anni ’70 così diversa da quelli della Strip”

binions-1

Tutto meraviglioso, insomma, se non fosse stato per un dettaglio non da poco:

“Il locale è storico, ma sono storiche anche le chips – prosegue Sarro – se le maneggiavi per un’ora, ti ritrovavi con le mani nere come la pece. Infatti, invece di usarle per i chiptrick come sempre faccio quando gioco live, le strusciavo una sull’altra per grattare via la patina di sporco che avevano sopra!”

‘Jandro87’ ci spiega anche come questa particolarità delle chips del Binion’s, durante il torneo, gli abbia fatto cambiare le sue abitudini consolidate delle pause:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Di solito appena i tornei entrano in pausa corro nella zona fumatori per una sigaretta – prosegue Jandro – Al Binion’s, invece, correvo subito in bagno a lavarmi le mani!

DSC_0289

Le ‘chips d’annata’ del Binion’s non sono che uno degli elementi ‘pittoreschi’ dello storico Casinò:

“Nelle case da gioco di Vegas, di solito, ci sono belle signorine che passano tra i tavoli a servire bevande ai giocatori. Al Binion’s invece anche le cameriere sono storiche: non ne ho vista una che avesse meno di 50 anni! Molto sorridenti e professionali, ma se è vero che anche l’occhio vuole la sua parte decisamente non il massimo, a meno di non avere una propensione per l’agée”.

Sarro chiude dicendo di aver vissuto una giornata davvero singolare al Binion’s:

“Il fascino old style della casa da gioco mi ha impressionato, il torneo come ti ho detto era giocabilissimo e anche il field in early stage era il massimo. Arrivati a 18 left però eravamo rimasti solo regular, e purtroppo ho sbollato con QQ<AQ. Nessuno di noi italiani ha fatto itm”.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari