Thursday, Sep. 19, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 8 Set 2013

|

 

MTT Tips: “Quando flattare AK preflop”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

MTT Tips: “Quando flattare AK preflop”

Area

Vuoi approfondire?

Ancora in corsa alle PokerClub Live Series organizzate da Lottomatica al casinò di Saint Vincent, ieri al day2 Andrea Carini si è reso protagonista di una bella rimonta grazie a due mani in cui ha flattato AK in posizione.

“Nel primo spot ero arrivato da poco al tavolo. Rilancia un ragazzo su cui l’unica informazione che avevo era che adottava size un po’ strane – dice Andrea – Infatti lì ha raisato x5. Io avevo ottanta bui e ho preferito chiamare, sia perchè una tribet su quella size di open mi sarebbe costata cara, sia perchè dietro c’erano degli short stack che volevo indurre a speware con assi più deboli. La mano seguente ho flattato AK sull’apertura sempre x6 di una signora, anche qui la size era spropositata e dietro di me c’era un signore che mi sembrava in tilt. Pensavo che potesse facilmente speware, infatti ha pushato. Sul call al push della signora, però, ho raisato per isolarmi perchè a quel punto in mezzo al tavolo c’era tanta deadmoney

Andrea ci dà alcune indicazioni su quando, nei tornei multitavolo, il flat con AK sia preferibile alla tribet:

“Quando si è lunghi contro i top player è sempre opportuno tribettare, perchè possono fourbettare da sotto. Contro giocatori su cui si ha edge, invece, credo sia meglio flattare. Parlo sempre di spot in cui siamo in posizione sul raiser e dunque limitandoci al call possiamo sfruttare al massimo l’edge posizionale nel postflop. A seconda di come si evolve l’azione, poi, possiamo decidere se potcontrollare o indurre gli avversari a speware. Per questo credo che, contro giocatori su cui si ha edge, il flat sia la mossa a maggior atteso”.

Prima di salutare i lettori Andrea spiega però come il flat sia una mossa ottimale solamente quando si è belli deep:

“Tra i 25 e i 50 bui preferisco sempre tribettare, quasi sempre per andare rotto. Sotto i 25 bui preferisco pushare direttamente senza tribet, perchè la deadmoney è una percentuale consistente del nostro stack”.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari