Thursday, Jul. 7, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 8 Feb 2014

|

 

“E’ migliore dei tornei italiani!” Gianluca Bernardini spiega l’ attrazione fatale per l’Estrellas Poker Tour

“E’ migliore dei tornei italiani!” Gianluca Bernardini spiega l’ attrazione fatale per l’Estrellas Poker Tour

Area

Vuoi approfondire?

Si avvia alla conclusione la prima tappa dell’Estrellas Poker Tour targato Pokerstars.

Il Grand Casino di Madrid ha fatto da cornice all’inizio della quinta stagione per una tappa che ha fatto registrare 721 players provenienti da tutta Europa stracciando il precedente record di 632 iscritti.

La quinta edizione terminerà ad agosto a Barcellona, dopo aver toccato Valencia ad aprile e Marbella a giugno. A contendersi la prima moneta anche tanti italiani, tra cui l’ottimo Gianluca “pokerbern” Bernardini, che dopo essersi riconfermato SuperNova Elite anche per il 2014, ci racconta la sua ‘attrazione fatale’ per questo torneo.

Il giocatore teramano sembra infatti preferire di gran lunga il format dell’Estrellas Poker Tour ai main event italiani:

Personalmente lo trovo migliore dei tornei italiani, lo stack di partenza è minore e con qualche livello intermedio saltato all’inizio. Il gioco è molto più scorrevole e nonostante il field sia stato enorme (720players) la struttura si è mantenuta stabile visto che i giocatori mettono in mezzo le chips più facilmente e quindi l’average è sempre intorno ai 45 bui”.

Una critica costruttiva, quella di ‘Pokerbern’, rivolta in particolar modo agli organizzatori live della nostra penisola, ma che si adatta anche ai suoi gusti personali: 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Personalmente preferisco molto di più questi tipo di tornei rispetto ai tornei che giochiamo in Italia super deep e/o accumulator che durano 5 – 6 giorni e dove l’early stage dura un giorno intero. Tutto questo magari per un torneo da 300/400€ di buy in. In un torneo non è l’early stage a dover essere giocabile, bensì la mid/late.”

Il field del torneo non è sembrato dei più duri, visto che molti nomi di calibro internazionale hanno dato forfait per la tappa spagnola, e anche lo stesso Gianluca sembra averlo notato.

Il field in generale mi sembra molto scarso sia perché il poker in Spagna ha da poco subito il boom, sia perché il non eccessivo costo del buy-in attira molti giocatori amatoriali. Al mio tavolo non ho avuto alcun pro, c’era un solo giocatore discreto con cui però non ci siamo mai scontrati. E tra l’altro era portoghese, non spagnolo.”

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari