Saturday, Dec. 14, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 18 Feb 2015

|

 

Rugbista perde a poker e aggredisce l’avversario! Ossa rotte, carriera finita e 10,000£ di risarcimento

Rugbista perde a poker e aggredisce l’avversario! Ossa rotte, carriera finita e 10,000£ di risarcimento

Area

Vuoi approfondire?

La mancanza di mindset è costata cara a un rugbista irlandese, tale Neilus Keogh di 27 anni.

Nell’aprile del 2012 il corpulento giocatore, durante una partita di poker, si è alzato dal tavolo, ha colpito con un pugno il 57enne Michael Frisby e per concludere la sua orribile ‘performance’ gli ha tirato una sedia mentre quest’ultimo giaceva a terra.

Il tutto per aver perso denaro in una mano di cash game, probabilmente una bad beat.

Il misfatto si è consumato nella poker room del ‘The Sporting Emporium’, sala in cui Keogh era solito giocare.

the-sporting-emporium

Un tavolo di poker del dublinese ‘The Sporting Emporium’

 

L’inconcepibile aggressione è costata tre ossa rotte alla vittima, che è stata anche operata per una riduzione delle fratture. Non solo, Frisby ha riportato danni ai nervi intorno alla bocca.

Il giudice Patrick McCartan della Dublin Circuit Criminal Court, nella sentenza di condanna, ha imposto al rugbista di risarcire l’aggredito con 10.000 sterline.

Pagherà caro, dunque, il proprio atto di violenza il giovane Keogh che, in questo lasso di tempo, ha perso anche il contratto professionistico da 1.700£ mensili con il Nottingham, perché stava portando una cattiva pubblicità alla squadra.

Adesso Neilus gioca a rugby per diletto e guadagna 350£ alla settimana facendo il manovale.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari