Thursday, Jan. 27, 2022

Poker Online

Scritto da:

|

il 17 Giu 2015

|

 

Non solo Pokerstars: Angelo Mirabella bannato anche da Poker Club! “Ma la picca rossa rivedrà il mio caso…”

Non solo Pokerstars: Angelo Mirabella bannato anche da Poker Club! “Ma la picca rossa rivedrà il mio caso…”

Area

Vuoi approfondire?

La caccia a chi infrange la regolarità dei giochi travalica i confini della singola room.

La notizia arriva direttamente da Angelo Mirabella, che dopo aver ricevuto il ban dai circuiti live di PokerStars assieme a Gabriele Zappalà per aver reiterato in passato comportamenti non consentiti dal regolamento della poker room, ci ha comunicato di aver ricevuto i giorni scorsi un altro ban, stavolta relativo all’online, da Poker Club Lottomatica.

Nei giorni scorsi infatti l’assistenza della poker room ha comunicato al giocatore la chiusura del suo conto storico “Mirabella92” con la seguente email:

lottomatica mirabella mail

Angelo dice di essere rimasto basito dopo aver ricevuto la comunicazione, e di non avere capito le ragioni del provvedimento ai suoi danni:

“Quando ho ricevuto questa mail sono cascato dalle nuvole. Il mio conto gioco su Lottomatica è lo stesso da anni e  non ci sono mai stati problemi. Ho sempre giocato nel pieno rispetto delle regole – dice Angelo – Dopo aver contattato l’assistenza mi è stato riferito di aver adottato un “comportamento sleale nei confronti del concessionario e verso altri giocatori”. Smentisco categoricamente di aver fatto qualsiasi tipo di illecito, sia esso account-sharing, chip-dumping o collusione con altri giocatori. La sensazione è che mi stiano bannando solo per sentito dire, infatti il provvedimento è arrivato esattamente il giorno dopo la mia intervista di qualche settimana fa”

Fermo restando che, come da contratto sottoscritto, le poker room sono libere di chiudere un conto se reputano un giocatore non benvenuto ai suoi tavoli, Angelo spiega di aver contattato l’assistenza senza riuscire a far luce sulla questione:

“Nessuno è stato in grado di fornirmi delle motivazioni concrete. Si allude ad un mio comportamento scorretto senza sapere né dove né in che modo io abbia arrecato danno ad altri giocatori o infranto il regolamento. Questo a parer mio è un atto discriminatorio infondato nei miei confronti”.

Secondo Angelo il ban nei suoi confronti sarebbe stato preso per via delle interviste che ha rilasciato dopo il ban dai circuiti live di Pokerstars.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Sono sicurissimo che le interviste rilasciate alle testate pokeristiche siano state usate contro di me per procedere a questo provvedimento, francamente non vedo altre motivazioni plausibili”.

In effetti la sua teoria potrebbe reggere: a fronte dei comportamenti palesemente scorretti che hanno portato al ban di Pokerstars, il management di Poker Club potrebbe aver ritenuto inappropriato lasciar giocare un reo confesso.

Tra l’altro proprio in questi giorni la posizione del siciliano con la room della picca rossa è stata rivista: Pokerstars ha tolto il termine ‘a vita’ dai ban comminatogli tanto sul versante online quanto su quello live:

“Dopo essermi confrontato sia con altri pokeristi che con alcuni legali esperti in materia, ho deciso di fare un ulteriore tentativo scrivendo una nuova mail al dipartimento di sicurezza di PokerStars. Non ho avuto problemi ad ammettere le mie colpe perché so di aver sbagliato, anche se ci tengo a ribadire che si tratta di errori fatti quando ancora non conoscevo la differenza tra una c-bet e una 3-bet per intenderci, e non quando ho trasformato il poker in una professione. L’assistenza, dopo avermi fatto attendere qualche settimana, ha deciso di riaprire il mio caso, limitando il ban per il live a un anno e mezzo, a condizione che non crei altri account o provi a giocare con conti non intestati a me, pena la conferma del provvedimento preso nei miei confronti. In aggiunta a ciò, per quanto riguarda il gioco online, mi è stato comunicato che PokerStars esaminerà nuovamente la questione il 16 agosto 2016, lasciandomi intendere che potrebbe esserci qualche spiraglio circa la riabilitazione del mio conto”.

Ecco uno stralcio della mail inviata dal Dipartimento di Sicurezza di PokerStars ad Angelo Mirabella:

mirabella mail pokerstars

Per i giocatori che tengono all’integrità dei giochi ai tavoli potrebbe essere la conferma di un primo passo dell’impegno profuso dalle poker room, anche in maniera “consgiunta” per arginare i fenomeni contro il regolamento, e senza per questo chiudere la porta al pentimento.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari