Saturday, Oct. 23, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Giu 2015

|

 

Incredibile Petruzzelli: per un malore abbandona il torneo 17 left e va in ospedale, torna e da 2 bui chiude quarto!

Incredibile Petruzzelli: per un malore abbandona il torneo 17 left e va in ospedale, torna e da 2 bui chiude quarto!

Area

Si sente male durante il torneo, al punto da lasciare il Casinò per andare in ospedale quando il torneo è 17 left. Torna 11 left con uno stack di due bui e mezzo, ma trova raddoppi su raddoppi e riesce a tornare in average prima, e ad arrivare quarto con deal poi.

E’ la incredibile storia capitata a Federico ‘Petruz’ Petruzzelli ieri durante la giornata conclusiva della Premier Poker Cup poi vinta da Luca Stevanato a Nova Gorica.

Federico spiega che ieri al tavolo verde è stato colto all’improvviso da dolorosi attacchi alla pancia:

“Già meno di dieci giorni fa nella mia città (Siracusa) ho avuto questi dolori pazzeschi. Soffro di gastrite già da un po’, ho anche avviato una terapia… Praticamente ieri a 20 left comincio a non sentirmi bene ma faccio finta di nulla e resisto dicendomi ‘Qua c’è un torneo da vincere’. Ultimamente ho fatto quattro tavoli finali su quattro tornei e non ne ho vinto nemmeno uno, quindi ci tenevo proprio ad arrivare primo, anche perché comunque gioco in casa visto lo sponsor che mi rappresenta…”

Dopo un po’, però, Federico conosce una vera e propria escalation di dolore:

“Non riuscivo a vedere bene le carte, non seguivo il gioco, avevo vampate di calore, mi sentivo svenire… Guardo la mia ragazza, che sa bene qual è la mia situazione, e le dico che devo andare in ospedale. Mi alzo e quando lo dico al tavolo pensano tutti che stia scherzando, tranne un signore che si era accorto che ero pallido in faccia. Partiamo per l’ospedale di Gorizia ma a metà strada devo far fermare l’auto per dare di stomaco. Stavo malissimo davvero. Quando arrivo in ospedale dentro di me penso che non me ne frega niente del torneo, lo do per finito. Quando ho lasciato avevo 1.700.000 su bui 80.000, poco più di venti big blind nella fase più importante del torneo e dove mi sento molto confident”.

‘Petruz’ viene messo su una barella in sala d’attesa. Passano i minuti, poi le mezz’ore. In pronto soccorso non possono dargli retta perché c’è una brutta urgenza – risponde il personale dell’ospedale alle sue richieste.

Dopo un’ora e quaranta minuti che è lì, sul cellulare di Federico arriva un messaggio che cambia tutto:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Un mio amico che era al Casinò a seguire il torneo mi scrive che ho 800.000 ma i bui sono saliti a 100.000. Non so, mi scatta qualcosa. Mi alzo dalla barella e dico ai miei amici di tornare al Casinò. Prendo una pillola che mi ha consigliato mia madre e torno in poker room che sono ancora piegato dal dolore. Scopro di avere uno stack di 260.000 su bui 100.000. Alzo le carte e vedo A-9, il tavolo è 5 handed, pusho e foldano tutti fino a Nicola Cappellesso che è su grande buio. Lui dovrebbe chiamare ma dice che non se la sente, io gli dico di giocarci il colpo. Gira A-5 e vado io”

Federico entra in un incredibile rush che riesce addirittura a riportarlo in average. In pratica vince un allin pre dietro l’altro:

“La mano dopo sono di BB e walkano, poi da SB alzo A-T e raddoppio contro K-Q. Subito dopo shovo K-9 e il giocatore su piccolo buio mi chiama con Coppia di Donne, ma al flop arriva questo incredibile K che mi riporta in average preciso, poco sopra i tre milioni. Arrivo al FT riuscendo anche a diventare chipleader, e da fuori tutti mi dicono che vinco entro nella storia”.

L’appuntamento col vero e proprio miracolo è rimandato, ma Federico ha più che buoni motivi per ritenersi soddisfatto anche grazie a un deal che gli ha fatto vincere 17.000€:

“A 6 left al tavolo c’eravamo io, Stevanato e Cappellesso, che stimo in modo particolare, e altri due giocatori tosti, quindi era una situazione dura. Sinceramente abbiamo swappato qualcosa, abbiamo continuato a giocare, ma poi ho perso un grosso colpo obbligato contro Nicola (Cappellesso), J-J io ed A-K lui, e il mio torneo si è fermato al quarto posto. Con un deal ho preso 17.000€ invece che 11.000€, ma considerato che ci sono 15.000€ di differenza dall’undicesimo posto direi che è andata più che bene, anche se di sicuro è stata una giornata stressante. Sono molto contento per i risultati recenti e sono molto contento per ieri. Di carattere e natura sono proprio un leone, non mi arrendo davanti a nulla e non ho paura di nulla. Questo ci vuole in generale nella vita, non solo nel poker. Adesso comunque penso di meritarmi un po’ di relax…”

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari