Friday, Jan. 22, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 27 Apr 2016

|

 

La favola di Farid Yachou: dalla caffetteria di Amsterdam al trionfo al WPT ‘Tournament of Champions’!

La favola di Farid Yachou: dalla caffetteria di Amsterdam al trionfo al WPT ‘Tournament of Champions’!

Area

Vuoi approfondire?

Evidentemente gli dèi del poker hanno ancora voglia di regalarci storie incredibili, esattamente come quella del marocchino Farid Yachou, che risiede in Olanda ed è tutt’altro che un professionista delle carte.

La sua favola inizia un anno fa, quando l’amico Pieter de Korver, campione EPT 2009, lo convince a prendere parte al WPT di Amsterdam.

Farid non aveva però mai giocato tornei major, come non aveva nessun risultato alle spalle, quindi non fu semplice fargli fare il grande passo. Di fatto un salto nel vuoto.

Arriva però la settimana della vita. Yachou sbaraglia la concorrenza, si mette dietro gente come Wheeler, Mizzi e Fundarò, conquista il torneo e incassa 201.000 euro. Primo e unico risultato su Hendon Mob.

Acquisisce così il diritto a partecipare al ‘Tournament of Champions’, evento organizzato dal World Poker Tour che riunisce i campioni della stagione, tutti gli altri per schierarsi devono pagare 15.000 dollari.

Il torneo è in Florida e Farid ha paura di volare. Non ci sono voli diretti da Amsterdam, quindi il viaggio è lungo e in qualche modo avventuroso: il ticket non è cedibile, lui si fa coraggio, raggiunge Madrid in auto e prende l’aereo per gli Stati Uniti.

Una volta arrivato trova i tavoli pieni zeppi di campioni. Ha confessato ai colleghi di PokerNews: “Mi son detto che sarebbe andata bene se fossi arrivato 30°, per superare almeno 25-30 professionisti”.

Le cose, però, vanno nel verso giusto, giustissimo, tanto che Yachou riesce nella pazzesca impresa di batterne 63 e vincere anche questo torneo: due in the money live, due vittorie.

Lui stesso ha fatto fuori Chino Rheem, Jared Jaffee, Marvin Rettenmaier e Michael Mizrachi. Scusate se è poco.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ha incassato un bell’assegno da 381.600 dollari e una serie di premi di lusso messi in palio dagli sponsor: una Chevrolet Corvette, un orologio Hublot e delle cuffie Monster dorate.

farid2

Probabilmente la sua vita non cambierà poi molto, nelle sue parole post vittoria c’è infatti l’intenzione di continuare il suo business ad Amsterdam: la gestione di una caffetteria e l’affitto di alcuni appartamenti in città.

Tutto verrà certo più facile con 600.000 dollari in più sul conto in banca, arrivati quasi per caso.

 

Foto di: World Poker Tour

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari