Sunday, Nov. 17, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 2 Ago 2016

|

 

Massimo “MaxShark” Mosele tra WSOP ed EPT… con un nuovo progetto in corso

Massimo “MaxShark” Mosele tra WSOP ed EPT… con un nuovo progetto in corso

Area

Vuoi approfondire?

Le WSOP sono passate da poco più di un mese, ma i rounder non hanno tempo per riposare.

Fra due settimane esatte comincerà la tredicesima stagione dell’amato European Poker Tour, il primo appuntamento è a Barcellona e i migliori regular del live non se lo faranno certo sfuggire!

Il pro di PokerYes Massimo ‘MaxShark’ Mosele, ad esempio ha già elaborato la sua schedule con un ampio anticipo.

Prima di parlarci di questo però, tira le somme sulle World Series appena passate:

“Non è andata come speravo ma poteva comunque andare peggio. Quest’anno anche al cash games è stata dura: ho chiuso even ma visto un inizio pessimo nelle prime sessioni è andata bene cosi, quindi sono andato sotto solo con i tornei. Chi va a giocare live e si intende almeno un po’ di questo gioco comunque sa bene quanto incida la run giocando poche mani (in confronto all’online). Lo si sa, lo si accetta con una smorfia e via. Il torneo che più mi ha fatto male è stato il Seniors… field assurdo, mai avuto tavoli così facili. Al day 2 a 250 left su 5000 players iniziali ero chipleader con quasi 4 volte l’average, fra l’altro in un tavolo ultra easy. Purtroppo però ad un certo punto l’unico più deep dopo di me, tiltato da una mano appena persa e dal fatto che nelle ultime 3 occasioni ci scornavamo sempre in bvb, su fold generale spilla gli assi da SB ed io ho i kappa da BB… avendo lui quasi il triplo dell’average mi disintegra il mega stack…”

Nel prospetto guadagni-perdite queste WSOP non sono state positive, ma almeno Max ha potuto sperimentare una cosa nuova che ha ben che funzionato e che riproporrà nelle prossime trasferte live.

“Questo anno ho provato una cosa nuova alle WSOP, che ha funzionato. Quando faccio trasferte io cedo quote, e ho capito che chi compra quote lo fa perché da casa vuole godersi un po’ lo spettacolo diciamo, vuole provare l’adrenalina assieme a me mentre gioco. Allora ho deciso di autobloggare il mio torneo in un gruppo privato di Facebook, ristretto a chi ha comprato quote, per renderli più partecipi nei miei tornei -e ovviamente comprovare l’acquisto del buy in-. In questo modo estendo un po’ il servizio di quote, diciamo: faccio aggiornamenti, con dinamiche, avversari, qualche thinking process, così assieme alle quote comprano anche un po’ di freecoaching, e ovviamente respirare la mia stessa aria con aggiornamenti, foto e video. È stato molto più emozionante del solito. I quotisti sono diventati un ‘gruppo’ più unito, e vedendo quello che mi succedeva ‘bruciavano’ assieme a me e mi hanno sempre tenuto compagnia e tirato su il morale, che è fondamentale nella gestione nervosa delle trasferte.”

Un’idea innovativa e interessante, che sembra aver riscosso il successo sperato. Coloro che investono su Mosele adesso hanno formato una community affiatata, e inoltre possono beneficiare dei consigli e dell’esperienza del pro di PokerYes.

Il gruppo verrà riproposto anche per la prossima tappa EPT, con quasi tutti quelli che già ne facevano parte più le new entries. Andiamo a vedere quindi quali tornei potranno seguire da casa, e cosa si aspetta MaxShark dalla prossima trasferta:

“Al prossimo EPT spero di eliminare tutti al Main entro fine Day 2, ma non con colpi meritati… scoppiando e coolerando tutti per andarmene in spiaggia felice e compensare tutto in un colpo la run degli ultimi anni [ride]. Ho in programma di giocare ovviamente il Main Event EPT da €5.300, alcuni eventi Estrellas come il Main da €1.100, il Seniors da €1.100 e l’High Roller da €2.200. Poi giocherò l’evento #37 da €2.200 e qualche satellite per il Main EPT e per l’High Roller EPT da €10.000.” 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari