Friday, Aug. 23, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 18 Gen 2017

|

 

Il ritorno a casa del ‘nomade digitale’ Philip: “Nel 2010 guadagnavo £10.000 al mese, adesso appena 2.000…”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Il ritorno a casa del ‘nomade digitale’ Philip: “Nel 2010 guadagnavo £10.000 al mese, adesso appena 2.000…”

Area

Vuoi approfondire?

E’ tornato a casa il ‘nomade digitale’ Dale Philip – scozzese di Edimburgo – ma è probabile che la sua permanenza nella natìa Scozia sia comunque di breve durata.

Dale è un grinder online, specializzato nel cash game, che dal 2010 vaga per il mondo mantenendosi con il poker, pur avendo scelto la Thailandia come base per i suoi innumerevoli spostamenti.

Fino a qualche anno fa le cose gli andavano straordinariamente, tanto che negli anni del boom pokeristico riusciva a vincere anche 10.000 sterline al mese, mentre adesso la situazione è decisamente più ardua rispetto al passato.

“Il picco del poker online è terminato – ha raccontato il ragazzo a ‘The Independent’ci sono molti meno giocatori rispetto a prima e questi sono decisamente più preparati, dunque sono più duri da battere”.

philip1

Philip ha visitato qualcosa come 50 paesi in quattro continenti e nel suo girovagare ha dovuto battagliare con le diverse connessioni internet, di certo non tutte stabili e veloci.

Il luogo peggiore in cui grindare? Gli hotel.

“Di sera la connessione rallenta, perché molti clienti sono soliti connettersi. Con sorpresa, ho avuto maggiori problemi con internet in paesi ricchi quali Spagna e Australia, mentre ho trovato connessioni fantastiche in Vietnam e Cambogia…”.

Dale adesso col poker riesce a tirare su ‘appena’ 2.000 sterline al mese, tanto che è dubbioso su cosa fare del proprio futuro.

“Sarebbe difficile abituarmi a una routine normale dopo lo stile di vita che ho adottato negli ultimi sei anni. Mi sento male fisicamente solo al pensiero di alzarmi alle 7.00 la mattina, indossare un vestito e passare gran parte della giornata seduto in ufficio”.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari