Wednesday, Jul. 6, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 1 Ago 2018

|

 

Hansen perde anche la maglietta nella Bobby’s Room!

Hansen perde anche la maglietta nella Bobby’s Room!

Area

Vuoi approfondire?

Per le mutande c’è ancora tempo, forse.

Poche sere fa, l’incorreggibile Gus Hansen è stato immortalato a petto nudo nella Bobby’s room del Bellagio.

Fortunatamente – o sarebbe meglio dire, stranamente, – non si è giocato anche quella: ‘The Great Dane’ si stava semplicemente cambiando dopo una sessione da oltre 20 ore. Considerando la partita +EV, Hansen non ha pensato nemmeno per un secondo di cedere il Seat a qualche membro della waiting list e si è fatto portare una camicia pulita.

Lo scatto, di certo, è tra i più singolari dell’estate: un posto sacro come la Bobby’s sconsacrato senza pudore dal danese, che dopo lo striptease ha giocato per altre 8 ore.

Grazie a queste sessione fiume (28 ore e 18 minuti), Hansen ha sfondato il muro delle 350 ore passate la tavolo della Bobby’s da inizio estate!

Only logged 364 hours in Bobby’s Room since the start of the WSOP – It’s gonna be a great summer!

Un post condiviso da Gus Hansen (@therealgushansen) in data:

“Ho giocato solo 364 ore nella Bobby’s Room da quando sono iniziate le WSOP – sarà una grande estate!”

In più di un’occasione Gus ci ha voluto rendere partecipi immortalando il tavolo e realizzando delle Instagram stories. In una delle ultime, riconosciamo Scott Seiver, Alex Kostritsyn, Daniel Cates e il fumantino Jared Bleznick.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Do I even have to say it!

Un post condiviso da Gus Hansen (@therealgushansen) in data:

Ma la domanda che tutti ci stiamo facendo è una e una soltanto: sarà in attivo o in passivo?

Nonostante la puntigliosità nel cronometrare ogni singola sessione, Gus non si è per ora sbilanciato a riguardo. Di certo, le notizie che sono trafugate al termine di qualche ricca partita non sono state delle migliori: a fine giugno, Gus usciva sconfitto sia dalla Bobby’s che dalla Ivey’s Room per poi bustare il Poker Player Championship WSOP in poche ore.

Vero che da allora, le ore di gioco accumulate sono state davvero tante e la possibilità che Gus sia finalmente riuscito a rialzare la testa non sono mera utopia. Considerando anche i sorrisoni sfoggiati negli ultimi selfie e la goliardica immagine che vedete qui in copertina, abbiamo come la sensazione che il campione danese abbia ritrovato la giusta testa per competere ai massimi livelli.

Al momento non ci resta che attendere qualche nuovo post Social che c’illumini a riguardo…

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari