Sunday, May. 26, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 7 Apr 2019

|

 

Dai commenti in diretta agli High Roller, Maria Ho racconta la sua incredibile parabola pokeristica

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Dai commenti in diretta agli High Roller, Maria Ho racconta la sua incredibile parabola pokeristica

Area

Recentemente il Los Angeles Poker Classic High-Hold’em High Roller da un buy-in di 25.000$  è stato vinto dalla campionessa Maria Ho con un incasso di 276.670$.

L’heads-up contro Kristen Bicknell è stato decisivo per assicurarsi uno dei titoli più importanti della sua carriera.

Con questa vincita, i guadagni dei tornei dal vivo della Ho sono arrivati a 3 milioni di dollari.

Inoltre la giocatrice di poker ha svolto anche incarichi come commentatrice e conduttrice, apparendo su CBS Sports, NBC Sports, PokerGo e ESPN.

Rispondendo alle domande di CardPlayer, la Ho ha condiviso la sua esperienza al Main Event del WPT Venetian Deepstack Showdown.

Inoltre ha parlato della sua partecipazione agli eventi High Rollers e del suo lavoro come commentatrice di poker.

Vittoria dell’High Roller LAPC

Parlando della sua recente vittoria, Maria Ho ha dichiarato le motivazioni che l’hanno spinta a partecipare.

“Per me è sempre stato difficile gestire il bankroll. Ho messo da parte il mio ego abbastanza da convincermi che non è necessario partecipare a tutti gli eventi High Roller. Tuttavia il montepremi di questo torneo è tra i più significativi, vincere è importante. Arrivare al tavolo finale equivale ad essere contro ai migliori giocatori in circolazione. La vittoria è ancora più dolce se batti giocatori di alto calibro”.

Quella vittoria è stata il secondo incasso più grande della sua carriera nei tornei live.

 

Nuova esperienza come commentatrice

Anche avendo messo da parte ottimi risultati nei tornei live, giocare a poker non è stato l’unico obiettivo della pro player americana.

“La conduzione e il commento tecnico sono diventati parte integrante del mio programma di lavoro”.

La campionessa sostiene infatti che non sempre conviene giocare quando non se ne ha la voglia.

“Ho cercato di trovare strade attraverso il poker ma diverse dal giocare a tempo pieno. Quindi mi sono interessata alle trasmissioni di poker e anche a trasmissioni di eSports.”

Questa sua nuova passione è nata dalla voglia di tenersi aggiornati continuamente, che è importante soprattutto dal punto di vista strategico nel poker.

Allo stesso tempo è un modo per concedersi una pausa dal gioco.

Dal punto di vista della carriera, Maria Ho è sempre stata legata al mondo dei media in quanto era una addetta alle comunicazioni.

“Giocare è sicuramente parte fondamentale della mia carriera, ma in seguito ai miei nuovi incarichi, la parte attiva del gioco è diventata solo un tentativo di bilanciare le cose”.

 

Passaggio dal no-limit ai giochi misti

Per la giocatrice c’è stata una transizione nel tipo di gioco in cui si è concentrata negli ultimi periodi.

Il focus della pro player infatti si è spostato dal no-limit Hold’em ai giochi misti.

“La mia specialità rimane il no-limit Hold’em, considerando che ho partecipato a svariati eventi no-limit negli ultimi sei anni, tra cui alcuni High Rollers. Tuttavia la voglia di vincere mi conduce a partecipare a qualsiasi competizione tra cash game e tornei. Se ho edge, prenderò parte a qualsiasi tavolo!”.

 

Non farsi influenzare dal buy-in

Partecipare agli High Rollers è sempre un’esperienza unica per Maria Ho.

“Non sono mai stata supportata o finanziata per questo tipo di eventi, ho sempre investito i miei soldi.”

Le sue prime esperienze High Rollers però sono state caratterizzate dallo stesso pensiero: “Oh cavolo, ho appena investito 25.000 dollari per questo torneo!”.

È importante essere in grado di non considerare quanto alto possa essere il buy-in per non influenzare il proprio stile di gioco.

“Bisogna sempre prendere le migliori decisioni in un torneo del genere. Superare l’ansia è stato abbastanza semplice per me. Prendere posto ad un evento come gli High Rollers fa sentire l’aumento di livello anche dopo 13 anni di carriera da professionista.”

 

Studio e commento tecnico

Essendo impegnata in più attività legate al poker, tra commenti ed analisi è difficile stare al passo delle strategie da applicare a tornei importanti come gli High Rollers.

“Oltre allo studio è utile integrare l’analisi delle mani”.

Anche se non si gioca allo stesso formato, avere una prospettiva completamente diversa per l’analisi di una mano è utile.

Il commento tecnico nei major events dura per otto-dieci ore al giorno.

“Grazie a quel livello di immersione è stato possibile affinare la mia strategia imparando dagli errori di altri giocatori. Ho imparato molto dagli eventi trasmessi su PokerGo. Molti di questi hanno le carte scoperte dall’inizio del torneo fino alla mano finale. È possibile osservare come si adattano i giocatori alle diverse fasi di un torneo”.

 

Pro e contro del suo lavoro

Tra i pro e i contro dell’essere un’intervistatrice, Maria Ho ha spiegato qual è secondo lei il momento più difficile che si trova ad affrontare svolgendo questo lavoro.

“Per me un’intervista bustout può essere sicuramente considerata la parte peggiore per un’intervistatrice. In quanto giocatrice, so quanto è difficile vivere un momento del genere. In particolare è più dura quando si lavora al Super High Roller Bowl dove la bolla è da 600.000 dollari”.

Invece per quanto riguarda la parte migliore in questo ruolo, la Ho spiega:

“La parte migliore nel fare questo lavoro è la possibilità di entrare a far parte delle più grandi produzioni di poker del mondo. Essere parte di una produzione che è all’apice delle trasmissioni di poker è un privilegio”.

 

Pensando al futuro

Riguardo alla prospettiva di eventi futuri, la Ho ha dichiarato di voler assolutamente partecipare alle prossime WSOP.

Tuttavia non vuole precludersi la possibilità di continuare il suo lavoro da commentatrice.

“Per gli eventi futuri le WSOP sono la grande novità in arrivo. L’obiettivo principale per me è giocare con l’intenzione di conquistare un braccialetto. Tuttavia darò spazio anche al commento tecnico, cercando di bilanciare le mie due passioni.”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari