Monday, Sep. 23, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 6 Set 2019

|

 

I programmi di Negreanu per le WSOPE di ottobre

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

I programmi di Negreanu per le WSOPE di ottobre

Area

Vuoi approfondire?

Adesso è ufficiale. Daniel Negreanu ci sarà a Rozvadov per le WSOP 2019. Erano abbastanza alte le percentuali di vederlo all’opera al Kings, considerando che è terzo nel POY WSOP 2019, ma si attendeva solo la certezza della sua presenza. Certezza diventata tale, con un tweet uscito nelle scorse ore, dove il canadese mette anche in vendita le quote per gli eventi.

Insomma “Kid Poker” proverà l’assalto al terzo Player Of The Year WSOP in carriera, anche se servirà una prestazione di spessore. Di sicuro, lontano dal Rio la maledizione del settimo bracciale dovrebbe farsi sentire meno. Tabù o non tabù, a gioire sono i suoi investitori. Chi ha acquistato quote per l’ultima edizione delle WSOP dall’ex team pro pokerstars, è rimasto ampiamente soddisfatto. Vediamo dunque i motivi per seguire le vicende di Daniel Negreanu alle WSOPE 2019.

Fra POY e Bracciali

Daniel Negreanu, dopo l’intensa cavalcata delle scorse WSOP, ha agganciato il terzo posto provvisorio nel POY WSOP 2019. Il player canadese lo aveva inserito come uno degli obiettivi dell’anno: sia per il blasone del risultato e sia per aggiungere alla sua collezione il terzo sigillo in questa speciale classifica, dopo i trionfi del 2004 e del 2013. Certo non è così scontata una sua vittoria, soprattutto alla luce del punteggio dei rivali che lo precedono in classifica.

Daniel Negreanu ha accumulato 3.166 punti per il momento, mentre al comando della graduatoria svetta Paul Campbell con 3.418 unità. Nel mezzo, ecco Shaun Deeb con 3.280 punti: quest’ultimo punta al clamoroso back to back, dopo aver vinto il POY WSOP 2018. Significa che Daniel dovrà essere perfetto al King’s, sperando anche in uno o più passi falsi dei rivali.

Capitolo bracciale. L’ultimo braccialetto vinto dal canadese, risale al 2013: una bellissima doppietta a Parigi per le WSOPE. In ambito americano, l’ultimo sigillo di “KidPoker” risale al 2008 e da quel momento è iniziato un lunghissimo digiuno al Rio, come se fosse una sorta di maledizione. Il settimo bracciale rischia di diventare come un’ossessione. Certo se dovesse materializzarsi alle WSOPE, allora cambierebbe tutto anche in ottica POY.

Quote

Daniel Negreanu per questa serie di motivi che abbiamo appena elencato è deciso a giocare tutti e 15 gli eventi in programma (salvo imprevisti o final table sovrapposti). Per questo motivo il canadese ha stimato che il suo spending in occasione delle WSOPE potrebbe arrivare ad un massimo di 1.211.700 euro, comprensivo anche di alcuni re-entry, se ce ne fosse il bisogno. Una cifra importante e di cui una piccola parte è messa in vendita dal 6 volte campione alle WSOP.

In occasione della kermesse di Las Vegas le quote di Kid Poker furono letteralmente polverizzate dagli investitori. Una scelta che poi ha dato i suoi frutti, considerando gli ottimi risultati raggiunti da Daniel Negreanu al Rio. Dunque c’è da attendersi un sold out immediato delle quote messe in vendita dal canadese. Ancora una volta senza Markup e dunque sarà una vendita/acquisto alla pari.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari