Saturday, Jul. 11, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 4 Giu 2020

|

 

Gli aneddoti incredibili di Doyle Brunson

Gli aneddoti incredibili di Doyle Brunson

Area

Vuoi approfondire?

86 anni e un carico incredibile di storie di vita vissuta sulle spalle da raccontare.

In questi giorni di quarantena, il leggendario Doyle Brunson ha dischiuso lo scrigno dei ricordi su Twitter.

Tra una scaramuccia elettorale e qualche riflessione sui tristi fatti di cronaca statunitense, ‘Texas Dolly’ ha risposto ai cinguettii dei follower raccontando alcuni aneddoti davvero incredibili dei suoi 65 anni da poker-pro. Ecco i più salienti.

 

“64 anni in positivo, un anno in perdita”

Per iniziare Doyle risponde a un fan che gli chiede se nella leggendaria Bobby’s Room del Bellagio continua a vincere ancora oggi.

La risposta è un chiaro brag:

doyle brunson tweet bilancio carriera“Nella mia carriera ho avuto un anno in negativo. 64 anni ho vinto. L’anno in cui ho perso avevo avuto una operazione seria. Ho perso sei milioni alle WSOP quell’anno, grazie al mio miglior amico Chip Reese”.

Doyle poi spiega che l’ammontare stratosferico perso si riferisce all’intero periodo delle World Series di quell’anno. E che il “ringraziamento” all’amico Chip Reese è ironico, visto che proprio nelle sue tasche finirono buona parte dei soldi persi quell’anno da Doyle, quasi tutti in partite di poker cinese.

 

Il bagno nel fiume

Al follower che gli chiede quale sia la sua storia pokeristica preferita che riguarda Fort Worth, la città del Texas in cui Brunson giocò le prime partite di poker della sua vita prima di iniziare a spostarsi anche in Oklahoma e Louisiana, Brunson racconta di un insolito bagno nel fiume.

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

“Il mio primo anno da professionista di poker stavo giocando in una sala da biliardo quando arrivò un uomo e sparò a un giocatore che era al mio tavolo. C’erano pezzi di cervello sul muro. Corremmo tutti alla porta posteriore per non dover parlare con i poliziotti. Dovemmo passare da un fiumiciattolo freddo, freddo.”

L’atmosfera niente affatto tranquilla di cui racconta Doyle porta un fan a chiedergli se abbia mai foldato una mano temendo per la sua incolumità fisica. La risposta di Doyle è lapidaria:

“Io personalmente mai, però in modo indiretto sì. ero in società con Dickey Carson, una sera aveva vinto otto mani di fila a 2-7 ed era in un piatto con un giocatore di Dallas soprannominato ‘Patch’ che aveva perso tutta la notte. ‘Patch’ prese un coltello e colpì sul tavolo dicendo che avrebbe ucciso chiunque avesse vinto contro di lui da quel momento in poi. Dickey si ritirò e abbandonò la partita”

 

I nuovi sport e i Black Sabbath

In passato Doyle aveva scritto su Twitter dei suoi passatempi “culturali” durante la quarantena, a iniziare dalle sue serie tv preferite.

Adesso scrive di aver scoperto tre nuovi sport, in verità alle nostre latitudini abbastanza insoliti: taglio di tronchi, freccette e lancio di pannocchie di mais.

Sul fronte musicale, Doyle dice di esser particolarmente affezionato a Frank Sinatra ed Elvis Presley, che ha visto più volte esibirsi dal vivo.

“Non ho idea cosa sia questo Black Sabbath”, risponde Doyle a un fan che gli chiede se conosce lo storico gruppo metal.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari