Wednesday, Nov. 25, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Lug 2020

|

 

Quando si esagera con l’aggressività: Lunkin – Haxton, WSOP 2009

Quando si esagera con l’aggressività: Lunkin – Haxton, WSOP 2009

Area

Vuoi approfondire?

L’aggressività, lo sappiamo, molte volte è un’arma vincente nel nostro poker. Ogni tanto però succede che qualche avversario riesca a usare la nostra stessa aggressività… contro di noi.

E’ un po’ quanto successo alle WSOP 2009, nell’ultima mano dell’Evento #2 , il $40.000 No Limit Hold’em.

Due stili agli antipodi

E’ il 28 maggio del 2009, e siamo alle battute finali di questo ricchissimo torneo, prevalentemente giocato da top pro del poker mondiale.

Sono rimasti in heads-up due giocatori molto forti ma stilisticamente molto diversi: da una parte, il russo Vitaly Lunkin, strategico calcolatore, dall’altra Isaac Haxton, giovane campione dell’online che ha fatto di una grande aggressività la sua arma migliore.

I premi fanno gola: al vincitore andranno circa 1,8 milioni di dollari contro gli 1,1 del runner up.

In questo momento, Lunkin si trova in vantaggio nonostante numerosi capovolgimenti di fronte, riuscendo ad arginare la straordinaria “fantasia” di Haxton.

Arriviamo quindi a questa mano, in cui lo stack di Lunkin è di circa 18 milioni contro i 6 di Haxton. I bui sono 100k-200k, e Lunkin si trova sul bottone A A, e decide di fare solo call.

Nel grande buio, Haxton riceve 8 3 e rilancia, come di consueto, alzando la posta a 800.000 . Lunkin fa call.

Flop:  Q 10 8

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Haxton esce in c-bet per 1.200.000, Lunkin va all-in mettendo ai resti Haxton .

L’americano, a questo punto, fa una faccia di chi dice “ma guarda in che guaio mi sono cacciato”.

Haxton pensa parecchio e alla fine fa call.

Turn: 7

River K e il braccialetto va a Mosca.

Si è discusso molto circa la condotta di Haxton, rimasto intrappolato dalla sua stessa aggressività e dalla strategia di Lunkin (il cui slowplay ha pagato). D’altro canto, in heads-up, una mano con bottom pair + flush draw al flop è molto difficile da foldare.

Detto che ovviamente preflop si può giocare in modo molto più conservativo, la domanda è: dopo il flop, Haxton si può ancora salvare? O risulta troppo compromesso nella mano?

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari