Sunday, Oct. 25, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 18 Set 2020

|

 

Che fine ha fatto Brad Booth

Che fine ha fatto Brad Booth

Area

Vuoi approfondire?

“E’ vivo e sta bene”. Dopo la tempesta arriva uno spiraglio di luce sulla sparizione di Brad Booth.

Il pokerista canadese era stato visto l’ultima volta lo scorso 13 luglio, quando nei pressi di Reno disse al compagno di stanza che andava a fare camping.

I primi di agosto la sua sparizione ha allarmato gli amici e l’intera comunità pokeristica. Più passavano i giorni più diminuivano le speranze di poterlo riabbracciare, anche perchè, secondo l’amico che lo aveva visto l’ultima volta, per campeggiare Brad aveva portato con sè un equipaggiamento ridotto all’osso, sufficiente a cavarsela solo per qualche giorno.

Con un messaggio rimbalzato sulla rete Twitter, l’altroieri la famiglia di Brad ha mandato un messaggio che fa tirare un po’ a tutti un sospiro di sollievo.

 

Il messaggio della famiglia di Brad

Ecco il messaggio scritto dai familiari di Brad ai suoi amici e alla comunità pokeristica.

“Alla comunità pokeristica e agli amici di Brad. 

Vogliamo ringraziarvi per il vostro interesse e il supporto nel provare a localizzare Brad Booth che non siamo stati capaci di localizzare dal 13 luglio 2020. Oggi, 16 settembre, abbiamo la conferma che Brad è vivo e sta bene, ma ha preso un po’ di tempo per se stesso come anticipato e sperato da molti.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ancora, non vi possiamo ringraziare abbastanza per il supporto e gli auguri nel localizzarlo. In questo momento non abbiamo alcuna informazione più dettagliata. Il 2020 è stato un anno pieno di sfide per chiunque, speriamo finisca presto”.

 

Chi è Brad Booth

Il pokerista canadese, noto anche come ‘Yukon Brad’, è stato protagonista di una delle parabole più incredibili della storia del poker, anche se non in senso positivo.

Nel pieno del boom delle due carte, Brad era uno dei giocatori più riconoscibili alle partite High Stakes di Las Vegas. Ogni giorno alla Bobbby’s Room giocava No Limit $300/$600 e Limit $2.000/$4.000. A testimonianza delle sue skill vi fu il riconoscimento di Phil Hellmuth, che lo indicò come il giocatore più forte con cui aveva incrociato le carte.

Conosciuto anche per le sue apparizioni al format televisivo High Stakes Poker, ‘Yukon Brad’ è stato uno dei pochi ad aver fatto fare una figuraccia a Phil Ivey sotto le telecamere.

Il tracollo arrivò con la decisione di spostarsi online: in una piattaforma poi al centro di alcuni scandali, Booth perse più di quattro milioni di dollari e iniziò ad accumulare debiti con amici e colleghi. In lui è sempre rimasto il dubbio  di essere stato vittima di una truffa.

Dopo un periodo in cui scomparve dalle scene pokeristiche, Booth si rifece vedere alle WSOP 2014. Secondo Hendon Mob, le sue vincite in tornei live ammontano oggi a 795 mila dollari.

Per fortuna il dato non è definitivo: se vorrà, Brad potrà continuare a giocare e vista la preoccupazione per la sua sparizione, questa non può che essere una bella notizia.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari