Sunday, Oct. 25, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 16 Ott 2020

|

 

Aria Poker Masters 2018: Smith vs. Aldemir, un difficile call river

Aria Poker Masters 2018: Smith vs. Aldemir, un difficile call river

Area

Una delle caratteristiche migliori, di un poker player vincente, risulta quella di non farsi schiacciare dalla pressione in determinati momenti, atteggiamento che lo porterebbe a fare delle scelte a valore atteso negativo.

Non è una cosa facile né scontata anche per i top pro mondiali: quando un comodo fold può voler dire una posizione in più in un torneo, talvolta si rinuncia ad un call corretto che potrebbe porre nelle zone alte della chiplead.

Partendo da questi presupposti, andiamo a vedere una mano molto interessante svoltasi al Casinò Aria di Las Vegas nel settembre 2018.

Un call difficile?

E’ il 15 settembre 2018. Al Casinò Aria di SinCity si sta svolgendo un ricchissimo torneo (dal buy-in di 100.000$) appartenente ad una rassegna chiamata “Aria Poker Masters”.

I giocatori rimasti sono tre. Al terzo classificato andranno 400 mila dollari, 700 mila al secondo e 1,15 milioni al vincitore.

I bui sono 15k-30k con un big blind ante di 30k. Dopo il fold del bottone (in cui siede David Peters con uno stack di 800.000), il tedesco Koray Aldemir completa dallo small blind con J 7 con uno stack di 980.000 . Nel grande buio c’è Dan Smith (uno dei pro più vincenti al mondo), chip leader con uno stack di 2,1 milioni, che con A 8 rilancia a 100.000. Aldemir chiama.

Flop: 10 9 2

Col suo gutshot, Aldemir fa check. Smith opta per un check back.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Turn: 5

Aldemir decide di uscire puntando, 150.000. Smith fa call.

River: J

Aldemir dice 175.000 , Smith va all-in. Dopo averci pensato a lungo, Aldemir chiama e raddoppia.

Le cifre in palio sono veramente importanti anche per dei professionisti.

Cosa pensate della conduzione della mano? Se Smith voleva far valere la sua chiplead, è corretto il push al river? Oppure avrebbe dovuto spingere nelle street precedenti?

Da parte di Aldemir, il call river è obbligato? Nel lungo periodo, è sempre un call vincente? O molte volte può trovare un colore che lo elimina?

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari