Thursday, Dec. 2, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 4 Feb 2021

|

 

Arriva Smile, il documentario sul padrino del poker Thor Hansen

Arriva Smile, il documentario sul padrino del poker Thor Hansen

Area

Vuoi approfondire?

In Italia non ha mai avuto la visibilità dei vari Doyle Brunson, Amarillo Slim o Stu Ungar, ma se chiedete chi sia ‘il padrino del poker’ dalle parti di Las Vegas molto probabilmente otterrete in risposta il suo nome.

Il leggendario Thor Hansen, morto nel 2018 a 71 anni di età, detentore di due braccialetti World Series e regular delle partite high stakes di ‘Sin City’ dagli anni ’90, è il protagonista di ‘Smile’, documentario disponibile a pagamento su Vimeo diretto dalle registe Kari Wåle e Linn Amundsen.

In 75 minuti di durata il film mostra gli ultimi anni della vita di Thor, in cui nonostante la battaglia con il cancro, diagnosticatogli nel 2012, il norvegese non ha rinunciato a sedere al tavolo verde per fare quello che meglio sapeva fare. Come si legge nella descrizione della pellicola:

“Uno straordinario talento nel poker manda il giovane norvegese Thor Hansen nel viaggio di una vita come poker star internazionale a Las Vegas. Per 23 anni ha vissuto la vita del jet-set, con centinaia di migliaia di dollari da giocare ogni giorno. E’ diventato due volte campione del mondo ed è stato ribattezzato col soprannome ‘il padrino’. Ma nel 2012 la sua vita è cambiata drammaticamente con la diagnosi di un cancro incurabile. Ritorna in Norvegia con la sua moglie americana Marcella sapendo che gli restano sei mesi di vita. Ma una sentenza di morte è solo un’altra sfida per un uomo che è abituato a vincere anche con carte ingiocabili.”

 

La storia del padrino del poker

Nato nel 1947 a Oslo, Hansen iniziò la sua carriera di giocatore con il biliardo e le scommesse sui cavalli. Verso la fine degli anni ’60 conobbe il poker giocando con il fratello nell’ippodromo locale.

Negli anni ’80 il norvegese si trasferì a Las Vegas diventando uno dei primi giocatori europei a incrociare le carte con Stu Ungar e Doyle Brunson.

Il suo primo in the money a un torneo dal vivo, secondo il database Hendon Mob, risale al 1987. L’anno dopo Hansen vinse il braccialetto World Series al 5.000$ Seven Card-Stud, cui farà seguito un secondo titolo, conquistato nel 2002 all’evento 2-7 Draw Lowball da 1.500$ di buy-in.

In tornei dal vivo il norvegese ha accumulato vincite per tre milioni di dollari.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Cosa ha detto la regista

Il documentario ‘Smile’ è stato proiettato in anteprima a Dublino nel 2019 durante una tappa del Norwegian Poker Tour:

“C’erano circa 150 persone, per la maggior parte uomini – ha detto a PokerNews una delle due registe del film, Linn Amundsen – La maggior parte piangeva alla fine del film anche perchè tantissimi conoscevano Thor. Siamo andati alla prima con Marcella, la moglie americana di Hansen, ed è stato davvero toccante vedere tutte quelle lacrime al termine della proiezione. Se Thor fosse stato presente sarebbe stato davvero orgoglioso credo.”

Amundsen spiega che la scintilla per la realizzazione del documentario è arrivata dalla vita stessa di Hansen:

“L’ispirazione ci è venuta da Thor e da come ha vissuto la sua vita. Non per quanto riguarda il gambling ma per la sua voglia di vivere al massimo e di godersi la vita il più possibile in ogni situazione. Mentre stavamo facendo le riprese avevamo altri progetti da seguire e non avevamo molto tempo nè risorse economiche. Ma abbiamo pensato che Thor meritasse questo film e abbiamo anche avuto l’impressione che fosse contento di vedere realizzato un film sulla sua vita.”

Il trailer

Ecco il trailer del documentario sul Padrino del Poker:

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari