Wednesday, May. 12, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 4 Mag 2021

|

 

Aussie Millions 2015 High Stakes Cash Game: i re con l’asso sul board

Aussie Millions 2015 High Stakes Cash Game: i re con l’asso sul board

Area

Per far foldare la mano migliore, in una partita di poker cash game, servono le puntate giuste al momento giusto: tuttavia, occorre anche che l’avversario non sia un osso duro, altrimenti il bluff diventa molto più complicato.

Vediamo cos’è successo al cash game high stakes dell’Aussie Millions 2015.

Riuscirà a farlo foldare?

Siamo in Australia, è il 2015, e si sta giocando una importante partita cash game high stakes 500-1000$ a margine dei tornei dell’Aussie Millions.

Al tavolo sono seduti numerosi pro dell’Hold’em, e in questa mano Jason Mercier da middle position spizza K K e apre a 2.600$ (con uno stack di circa 300.000$ ) . Sul bottone siede Daniel Cates, che con K Q rilancia a 8.000$. Sul grande buio siede il gambler asiatico Richard Yong, che con uno stack di oltre 500.000$, opta per il call con 9 5. Mercier sceglie di 4bettare a 23.000$. Cates passa, Yong chiama e si va al flop in due.

Flop (pot 55.300$):

A 4 7

Yong check, Mercier check.

Turn (pot 55.300$):

10

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Yong bet 53.000$, Mercier call.

River (pot 108.300$):

3

Yong bet 86.000$. Mercier, dopo qualche minuto, fa call.

Non è mai piacevole, quando si ha KK, veder comparire un asso al flop.
In questo caso, nella lettura, ovviamente Mercier è aiutato dal fatto che l’avversario asiatico sia un gambler puro e con ogni probabilità già in passato avesse dimostrato di avere un range molto ampio di chiamata alle 3bet e alle 4bet.

Tuttavia, un elemento tecnico di cui tenere presente sono forse le size di Yong: al turn punta l’ammontare intero del pot, mentre al river meno della metà. Al turn , puntando così tanto contro uno che ha 4bettato pre e fatto check al flop, risulta abbastanza evidente lo scopo di volerlo spingere fuori dal colpo (e non guadagnarne valore). E, sulla bianca al river, Mercier deve aver valutato che la sua coppia fosse buona.

Questo, però, in teoria: all’atto pratico Mercier è un campione e la chiamata risulta comunque molto difficile.

Nei panni dell’americano, avreste fatto call? Cambiereste qualcosa nella mano?

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari