Tuesday, Jul. 27, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 23 Giu 2021

|

 

Gianluca Cammarata racconta il suo secondo posto al King’s Grand Opening di Rozvadov

Gianluca Cammarata racconta il suo secondo posto al King’s Grand Opening di Rozvadov

Area

La settimana scorsa al King’s di Rozvadov è ripartito il poker live con l’evento inaugurale Grand Opening. Un inizio in grande stile per il casinò ceco, che ha registrato 2.369 entries per un buy-in di €250, arrivando a un montepremi totale di €495.121.

Non sono mancati i risultati azzurri anche nelle fasi finali del torneo: degni di nota Simone Pegolotti, che ha chiuso in decima posizione, e soprattutto Gianluca Cammarata che si è arreso solo nell’Heads-Up finale contro Romain Hamouche, vincendo un premio da €54.679.

Abbiamo contattato Cammarata per farci raccontare le emozioni vissute, scoprendo che l’exploit al King’s è il miglior risultato in carriera dopo molti anni da amatore del poker:

“Ho iniziato ad affascinarmi al gioco del poker all’età di 20 anni a livello amatoriale nei piccoli circoli, e con il passare del tempo è diventata una passione. Sono un giocatore esclusivamente live MTT. Fino a ora ho fatto alcuni piazzamenti in vari tornei, ma non ho mai raggiunto un traguardo così importante.”

Nel suo racconto del torneo, Gianluca racconta di non aver incontrato particolari difficoltà (almeno fino all’Heads-Up finale) e che AK sia stata decisamente la sua mano magica, capace di farlo volare nelle posizioni più alte del chipcount anche in situazioni non proprio vantaggiose.

“Ho deciso di giocare il torneo a Rozvadov perché i tornei sono più competitivi e interessanti. Le mani degne di nota sono state due, e mi hanno dato modo di schizzare nei primi 10 del count.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Gioco per circa 4 milioni, mi trovo da grande buio con AK su bui 50k/100k. UTG apre 3,5x, passano tutti, arriva il mio momento e decido di mandare resti. UTG fa snap call e lo trovo con AA. Il board dice K-K-2-5-6 e faccio double up.

Passano 10 minuti e mi ritrovo di nuovo con AK da UTG con gli stessi bui, ma stavolta giocando con 8 milioni. Decido di mandare resti diretto e trovo il bottone che fa call e gira KK. Il board è A-3-4-9-10 e volo a 16 milioni.”

In due occasioni Cammarata è riuscito a vincere contro le uniche mani che non avrebbe mai voluto vedere contro. Sembrava proprio la sua giornata, ma alla finalissima Gianluca ha avuto la sfortuna di trovare l’unico più fortunato di lui.

“L’Heads-Up l’ho perso per sfortuna, non perché il mio avversario fosse forte. Hittava tutto lui, sembrava dio sceso in terra. L’unico rammarico è di non aver fatto primo, ma sono contento del risultato che ho ottenuto.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari